giovedì 27 marzo 2014

Flash Poetry, poesia e arte in libreria, sabato 29 marzo a Santa Brigida (BG)

dallo Staff


Segnaliamo questo appuntamento, aperto anche a poeti che volessero leggere le proprie opere: sabato 29 marzo presso la Libreria Finisterre, Truogoli di Santa Brigida (BG), si terrà un Flash Poetry, ideato dalla poetessa Mabi Col. L'evento prosegue il 5 aprile, con altre iniziative.

Ecco il programma.

Sabato 29 marzo

Ore 17
Inaugurazione della mostra  “Scatti e Scacchi”.
Espongono: Paola Carroli Calcagno, Simonetta Demuro Micillo


ore 17,30
“Flash Poetry”, da un'idea di Mabi Col:
Letture a raffica di poesie brevi. Gli amici poeti sono pregati d’intervenire con una loro creazione poetica breve (10-15 versi max). Portare una copia per gli organizzatori.
Verranno lette tutte le poesie in ordine di consegna. Gradite le composizioni sul tema degli scacchi.

L'evento continua sabato 5 aprile con altre iniziative.
Ore 17
Chiusura della mostra.

ore 17.30
Presentazione del nuovo cd “Due mondi” del chitarrista Giangi Sainato.
http://www.giangisainato.it/

Contatto libreria: http://www.libreriafinisterre.it/libreria/index.html

Intevista con il vampiro... quando l'immortalità può far paura.

di Lola Word

La moda dei vampiri è superata? Quello del vampirismo "is a way to dream"? I vampiri proliferano ancora, in formati adolescenziali che fanno rabbrividire i puristi o i cultori dei discendenti di Lilith. Ma non siamo qua per mettere in discussione l'adeguamento ai tempi, con creature che indossano scarpe di tela e giacche da "morto-ciclista".
Parliamo di un classico contemporaneo, che i più conoscono per la versione cinematografica, con due divi d'eccezione: Brad Pitt e Tom Cruise, che hanno dato una buona interpretazione dei vampiri protagonisti, anche se non all'altezza del libro di Anne Rice. Intervista con il vampiro è un romanzo da leggere:Rice sa intessere scenari suggestivi e costruire un apparato filosofico, da cui emerge la sofferenza del vampiro, senza perdere mai colpi.

mercoledì 26 marzo 2014

Voci alternative: Alice Mezzanotte, le parole, come ali di farfalla, per volare verso la libertà.

di Amarganta Blue

Che serve stare in disparte, quando hai in te l'arte?
Frustrazione ed insoddisfazione alimentano la rabbia mia.


Non cito i versi successivi (clicca qui per la pagina FB di Alice) che si riferiscono a un taglio netto con chi, da sempre, avversa ciò che si distacca dalla massa. Non cito altri versi, perché Alice Mezzanotte è una voce che cerca di essere ascoltata. La chioma si abbina al cognome: è dark, come le atmosfere dei suoi scritti. Dark, come quel lato della Terra che si nega, nella logica dei sorrisi obbligati. "Alla gente non piace la gente musona". Te lo dicono fin da quando sei bambino. Vietato, insomma, essere te stesso; anche quando una lacrima scappa, devi asciugarla con un sorriso rubato al sole. E poi si sa, le persone tristi non sono di successo. Un sorriso di plastica è il requisito per il successo, ma Alice non è di plastica, no. Lei è vera e racconta la verità di un mondo che non accetta ciò che è "diverso", o meglio, alternativo, in ogni forma e manifestazione.

It's time to... Words - Work in progress

dallo Staff

Sono aperte le iscrizioni alla Seconda Edizione di Words!, che si terrà domenica 13 aprile, dalle 13 fino alle 22, al Centro "La Bastìa" di San Possidonio (Modena). L'invito è aperto ad autori e autrici, di tutti i generi letterari, che potranno proporsi con performance, oltre che con letture, recital etc... Le informazioni complete sull'evento saranno rese note i primi giorni di aprile, intanto si raccolgono le adesioni. La partecipazione è gratuita sia per gli autori, che (teniamo a precisarlo) per il pubblico, che potrà assistere alle letture, ma anche acquistare le opere degli autori e delle autrici, nonché scambiare quattro chiacchiere con gli stessi e prendere parte a momenti creativi e divertenti. Deadline per l'iscrizione: 5 aprile.
Per contatti e saperne di più, leggi l'articolo...

martedì 25 marzo 2014

Quando un personaggio esce dal libro: intervista al "Motenai" di "Come sedurre le donne" (How2 Edizioni).

Yota Moteuchi e Ai, di "Video Girl Ai"
di Lola Words

All'interno di Come sedurre le donne - Ci sono segreti che solo una donna può svelarti (How2 Edizioni), la sua storia si noda tra quelle narrate, con il ritmo e le trame di un romance pepato. Laura, un'altra ragazza di cui non riveliamo il nome, Dora... sono le donne che ruotano intorno a Maurice, aka "Motenai" (dal soprannome di Moteuchi, il disastroso anti-seduttore del manga/anime Video Girl Ai), uno dei personaggi/persone in cui, pseudonimo a parte, molti potranno identificarsi. "Motenai" ha deciso di rispondere ad alcune domande: senza timore di sbottonarsi, in questo articolo, che puoi leggere qui racconta come, proprio nel suo essere un imbranato, ben diverso da altri astuti conquistatori che raccontano la lo storia, ha trovato le ragioni per diventare un seduttore con la esse maiuscola.

"A proposito di noi", un romanzo di Roberto Baldini, lo scrittore che "ama l'amore"

di Amarganta Blue

Dammi tre parole... e Roberto risponde:
Amore - Problemi - Affrontare.

A questo punto, il quesito sorge spontaneo: un amore è per sempre? Bé, in realtà, quello era il diamante... Ma per Roberto Baldini, scrittore della provincia modenese, lettore onnivoro e scrittore fantasioso con il dono della semplicità, l'amore è un motore mobilissimo. E, curiosamente, dalla sua assenza, sono nati i primi lavori, romanzi incentrati su questo sentimento. E proprio d'amore, ma soprattutto dei suoi problemi, parla il suo secondo romanzo, A proposito di no (David and Matthaus Edizioni). Perché si sa... le rose non sbocciano senza spine.

lunedì 24 marzo 2014

Anche i "mattonari" alla Bologna Children's Bookfair: mattoni a fumetti per ricostruire l'Emilia

di Roberta De Tomi

Non solo libri e illustrazioni, ma anche mattoni a fumetti, con finalità solidali. L'evento finale è previsto in concomitanza con il secondo anniversario del terribile evento sismico che, nel maggio 2012, ha colpito parte della Pianura Padana, in particolare l'Emilia. Da allora, diversi fumettisti e disegnatori, tra cui il modenese Massimo Bonfatti, aka Bonfa, creatore di Cattivik, si sono mobilitati a favore della ricostruzione, mettendo in campo tutta la loro creatività. Da qua l'iniziativa, sostenuta anche dal cantautore Francesco Guccini, Cento fumettisti per cento mattoni, che sarà proposta anche alla Fiera per Ragazzi di Bologna, da oggi a giovedì 27 marzo.


La magia di Isol, Astrid Lindgren Award 2013, a Bologna per la Children Book Fair

di Roberta De Tomi

Una serie di appuntamenti, organizzati da Logos Edizioni alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, vedono protagonista l'illustratrice e autrice argentina, Isol. Un'artista completa, capace di saper portare il punto di vista del lettore "dalla parte dei bambini".
I suoi lavori sono ricchi di sperimentazioni pittoriche, con immagini che vibrano di emozioni esplosive.
Tra le iniziative: la mostra intitolata "Vidente natural" presso lo spazio Zoo con vernice il 26 marzo alle ore 18.



domenica 23 marzo 2014

Al via la Fiera del Libro per Ragazzi

Di Roberta De Tomi

Al via, da lunedì 24 fino a giovedì 27 marzo, la Bologna Children's Book Fair, la Fiera del libro per ragazzi. Ben 1200 editori da 74 paesi, esporranno il meglio dell'editoria mondiale, nel contesto di un evento ricco di proposte, tra cui, oltre al padiglione dedicato ai bambini e alle famiglie, non mancheranno Bologna Trade Fair ed Expopixel.



sabato 22 marzo 2014

Occhi di smeraldo, quando il poeta, Giancarlo Benzoni, "sogna" e ha nel cuore una ferita

di Amarganta Blue

L'amore, una cicatrice che ti sospende il cuore.
Il poeta-autore, Giancarlo Benzoni, lo vede scintillare in due occhi di smeraldo che lo avvincono nelle spire di un sentimento totalizzante. Occhi di smeraldo che danno il titolo a una raccolta di poesie, frutti del vissuto del Poeta. L'autore sparisce e, allo stesso tempo, s'intravede nel personaggio, che sembra essere uscito da un quadro di Magritte. Il Poeta appare come recluso nella scatola di una quotidianità di cui osserva gli spigoli fastidiosi (“corre per le strade la solita ipocrisia“) protendersi da un prisma eretto su migliaia di maschere sociali. E in questa reclusione, che però non ha nulla a che vedere con l'inettitudine letteraria del Novecento, si sprigionano parole, spruzzate di sentimenti che scorrono senza posa. E pose.


25 anni fa usciva Like a Prayer... la controversia comincia con una preghiera

di Lola Word

Venticique anni sono trascorsi, ma sembra soltanto ieri quando, ragazzina, ascoltavo le polemiche sul video in cui Madonna, icona di milioni di giovani, baciava un Gesù Cristo nero. Polemiche per i contenuti del filmato, ma anche (forse) la trasgressione iconografica (come se il Cristo biondo con gli occhi azzurri possa essere veramente credibile, considerando le origini). Non parliamo poi del video in questo cattolicissimo paese (ma mi fermo qua, perché non voglio fare polemiche, anche se sulle contraddizioni di questo paese, ci sarebbe da scrivere un romanzo). Sacro e profano, spirito e carne sono rappresentati, in una commistione che, dal punto di vista canonico, potrebbe essere definito eretico. Tutto ha inizio... con una preghiera... anzi no, con l'intro di chitarra di Prince. E così nasce Like a prayer, uno degli album più amati e famosi di Madonna, uscito proprio un quarto di secolo fa.


venerdì 21 marzo 2014

Le librerie... sono in fiore!


Fonte: Comunicato Stampa 

E' arrivata la Primavera e i fiori sbocciano... tra gli scaffali! Sono 226 le librerie di tutta Italia che hanno aderito al progetto promosso da Logos Edizioni. Un modo per promuovere il libro, ma soprattutto la sua fruizione in libreria, che va visto non solo come un luogo d'acquisto, ma anche come un punto d'incontro, nonché come luogo di eventi coinvolgenti e ad alto tasso creativo. Ed ecco, quindi, corolle variegate che sbocciano, portando colore e voglia di attivare la fantasia, perdendosi tra pagine e parole, tra proposte e nuove, accattivanti storie o versi in cui perdersi.

I guardiani di Faerie, un avvincente viaggio nel fantastico mondo di Terry Brooks

di Amarganta Blue

Dammi 3 parole
Shannara - Faerie - Magia

"It's not my fault". "Non è colpa mia". Così Terry Brooks si è espresso, in occasione di un incontro, realizzato a Mantova alcuni mesi fa con blogger e fans, scansando ogni responsabilità di mentore del fantasy. Molti addetti ai lavori  indicano La spada di Shannara come l'opera che ha funto da apripista al genere. Brooks, però, evita facili etichette, dimostrando, con il suo ultimo lavoro, I guardiani di Faerie, primo capitolo della trilogia Gli oscuri segreti di Shannara, di essere capace di rinnovarsi, nello stile e nelle  idee, pur mantenendo la coerenza che caratterizza tutta la sua produzione.


giovedì 20 marzo 2014

"i Pupa", in scena all'Upter Teatro Studio di Roma: in scena un esilarante universo femminile

Foto by Sara Minelli
dal Comunicato Stampa

Una fotografia intima ed esilarante dell’universo femminile in cui l’imprevisto può cambiare la vita. La compagnia teatrale indipendente “Fuoco Sacro”, fondata dall’attore e regista Alessandro Formica e dall'attrice Rossella Celati, porta in scena all'Upter Teatro Studio di Roma, lo spettacolo teatrale i Pupa, satira di costume giovenaliana con Rossella Celati, Rachele Minelli, Sara Pantaleo . L’appuntamento è per venerdi 21 marzo alle ore 21.00 in Via Portuense 102 (via Ettore Rolli - via Cesare Pascarella) Roma. Repliche sabato 22 marzo alle ore 21.00 e domenica 23 marzo alle 18.30.

E' primavera e sono oltre duecento le "Librerie in fiore". Un'iniziativa rivolta a editori, librai e lettori.

Di Roberta De Tomi

Un'iniziativa di Logos Edizioni, rivolta a lettori, editori e, naturalmente, librai: si tratta di "Librerie sono in fiore" e al momento, ha visto l'adesione di ben duecentoventi librerie, sparse per lo Stivale. "Il progetto - si legge nel comunicato - è  rivolto a tutti coloro che hanno voglia di entrare in libreria, dove possono trovare tante proposte nuove e accattivanti, sbocciate come corolle in una serra multicolore".
Dell'iniziativa esiste una pagina Facebook, già cliccatissima: vedi qua.
"Librerie in fiore - prosegue il comunicato - perché si chiede a chi vuole partecipare di trasformare la propria libreria in un angolo di natura e lettura con tanti fiori e piante a rendere l’ambiente più verde per gli occhi, per il cuore e per la mente!"


Tre autrici che raccontano di... "Donne pericolose".


dal Comunicato Stampa

Tre autrici raccontano le donne, a modo loro, "vestendole di giallo e tensione". Claudia Barbarano, Roberta De Tomi e Valeria Francese, sono le autrici scelte da AlbusEdizioni per l’antologia Lucide ossessioni, inserita all'interno della collana “Donne pericolose”.

Un libro che intreccia stili diversi, portando sulla pagina vicende ad alta tensione, in cui s'incastrano i frammenti di un'umanità bistrattata, spesso costretta a calarsi in un pozzo di torbide vicende. Un libro in cui, spesso, i confini tra vittima e carnefice sono labili; e, a volte, paradossalmente, la vera vittima risulta essere il (la) carnefice, avvinto dai cavilli di una società che non è strutturata veramente "per le donne".
  


Una volta era il grunge...

di Lola Word

Una volta si chiamava grunge (traducendo, “sporco”, “sudicio”).E non era un trend: era prima di tutto alternative rock targato Seattle. Una musica che si distaccava nettamente dai fasti degli anni Ottanta, affermando un nuovo modo di essere, ben lontano dalle elaborazioni glitterate della decade precedente. Sonorità poi tradotte in un trend (se trend si può chiamare) in linea con il Seattle Sound, ora ripreso e rivisitato, trasformato in glunge... Clicca anche qui per sapere del Glunge: Weeks News Life. Ma prima, facciamo un salto indietro nel tempo.

martedì 18 marzo 2014

Eros, pornografia, letteratura ed editoria: tra scandalo e percorsi di conoscenza, un quadrilatero letterario delle Bermuda

Da "Dracula" di Bram Stoker
di Lola Words

Dammi 3 parole.
Eros, letteratura, umanità
 Dalla James alle Belle de Jour e Melissa P., per citare i nomi che negli ultimi dieci anni, hanno fatto scalpore per i contenuti osé dei loro lavori. L'eros impazza, ispira gruppi, Social, incipit, confina con la pornografia, vi si mescola, cerca la nobilitazione letteraria, tra espressioni d'improbabili puristi e facili, scatenati moralismi. A volte si apre la caccia alle streghe, tra articoli che chiedono costumi più morigerati e sentimenti in vista (in un mondo cinico e dominato dal materialismo), inneggiando, ancora una volta, alla donna casta e pura, che punta a essere madre e moglie impeccabile. Come se le donne fossero o corpo, ancora da censurare, o solo anima votata all'amore. Ma ci sono penne, anche femminili, pulsanti di eros, carne accesa da un fuoco che eccita e brucia.  Ma andiamo alle origini della letteratura erotica... un viaggio rapido, ma interessante, che ha inizio in Egitto. Quando ancora sulle opere non si apponeva il Parental Advisory.

venerdì 14 marzo 2014

Croce del Sud, Andrea Garbin e la sua poesia "in viaggio"


di Amarganta Blue

Dammi 3 parole

Civiltà - Viaggio - America del Sud

"Il prodotto dell'impegno è sempre la somma di parole oneste". E l'onestà si esprime nei versi in cui il poeta Andrea Garbin, ci conduce per mano in suo personale viaggio. Dal viaggio fisico a quello più "metafisico della parola", il passo non è assolutamente breve: nel suo esperire nuovi spazi e dimensioni, il poeta cerca di uscire dalla rete delle definizioni, in uno sforzo che confluisce nell'opera "Croce del Sud" (Gilgamesh Edizioni).



Selfie, l'autoscatto in salsa anglofila - Parole e attualità

di Lola Words

Dammi 3 parole
Selfie - Narcisi - Media
Prendi un cellulare, fatti un autoscatto, postalo dove vuoi e... il Selfie è servito.
Tutto esplode con il Selfie stellare, durante l'ultima Notte degli Oscar: il gruppetto di divi e dive di Hollywood si stringono e scintillano sorrisi. E, ovviamente, i media si scatenano: ecco che le star griffatissime e lustrate per l'evento degli eventi, fanno qualcosa che si associa ai "comuni mortali". Loro, che solitamente sono immortalati dagli scatti di David LaChapelle o di una Annie Leibovitz, si fanno riprendere dall'obiettivo di un telefono cellulare, rinunciando per una volta a foto ritocchi e alle luci che meglio evidenziano i profili migliori e nascondono i difetti.

giovedì 13 marzo 2014

Come sedurre le donne, ci sono segreti molto piccanti che solo una donna può svelarti - Un manuale tra saggio e racconto hard

dallo Staff 

Dacci 3 parole...
Seduzione - Donne - Eros

Un incallito “senzadonne”, un apprendista Casanova e non solo... Le storie, gli aneddoti piccanti alternati a quelli romantici, fungono da esempio pratico ai segreti svelati nel libro Come sedurre le donne, edito dalla How2 Edizioni. Tra saggistica, counseling, testimonianze reali attinte sia dalla realtà, che dalla virtualità condite da un pizzico di fiction, l'autrice, Roberta De Tomi, affronta l'argomento, suddividendolo in diversi capitoli.

mercoledì 12 marzo 2014

L'esercito delle HIT GIRLS versus le IT GIRLS, così diversamente, umanamente perfette - Parole e attualità


IT GIRLS, versus...
di Amarganta Blue
 Sono "fashionissime", in forma e ben formate, twittate e immortalate dai flash, presenti nei party più "cool". Questi, alcuni tratti delle IT GIRLS. Dietro di loro, ci sono le HIT GIRLS. Il termine potrebbe essere annoverato tra i neologismi bizzarri.
HIT GIRLS, ecco la mia definizione: ragazze con la loro originalità, un po' nerd, colte, magari autodidatte, perché loro le migliori scuole non le hanno frequentate e, anzi, magari a scuola erano brave, ma erano penalizzate dal fatto di non appartenere a un certo status sociale (checché se ne dica, anche nel Ventunesimo Secolo persistono certi trattamenti diversificati, legati all'appartenenza sociale, anche a scuola). Le HIT GIRLS mangiano salame e polenta, non hanno personal trainer, si sporcano le mani, insomma, anche se sono laureate, conoscono la Divina Commedia a memoria o dipingono sogni su tele candide. Ma soprattutto hanno un talento che corrisponde a una reale professionalità, che cercano di mettere a frutto, a partire dall'assenza di situazioni privilegiate. In fondo, vorrebbero essere un po' IT GIRLS. Ma tra le HIT e le IT GIRLS c'è e ci sarà sempre il divario. Perché le HIT sono le popular, che di pop, o meglio, trendy, hanno poco. O meno delle IT.

martedì 11 marzo 2014

Gli "Angeli Ribelli" di Connie Furnari: commoventi, tentatori, immorali.

di Amarganta Blue

Connie, dacci 3 parole per definire il tuo romanzo

"Commovente, tentatore, immorale".

L'autrice, Connie Furnari, non lesina con le definizioni, riuscendo a incuriosire il lettore. Angeli ribelli, il suo nuovo lavoro, è il frutto di una penna che, nel tempo, ha trovato una propria definizione, ponendosi nel solco di un genere, il fantasy, che ha numerosi seguaci e che da anni, è sulla cresta dell'onda. Come se numerosi lettori avessero bisogno di libri in cui la magia, in tutte le sue sfumature e declinazioni, intrida storie ricche di colpi di scena e intrighi. Moda duratura, esigenza, fuga dalla realtà? A dispetto di chi considera quelle legate al mainstream opere davvero degne di essere annoverate nell'Olimpo della "vera" letteratura, da parte dei lettori sono espressi pareri che investono i generi (fantasy e non solo) di nuove semantiche, o meglio, significati. Ma accantoniamo ogni disquisizione, per parlare con l'autrice della sua ultima fatica letteraria.  

La luce oltre le crepe, poesie per non dimenticare il sisma 2012.

di Amarganta Blue 

Dammi 3 parole...

Sisma - Luce - Poesia

Forse non saranno sufficienti a descrivere il progetto, ma queste tre parole cercano una breccia nella capacità evocativa del lettore. In primo luogo, perché negli oltre cinquanta componimenti che costituiscono La luce oltre le crepe (Bernini Editore, Modena) questi tre vocaboli sono compresi, sia esplicitamente, che implicitamente. In secondo luogo, perché quando si parla di un evento catastrofico (l'ultimo, nell'ordine per la Bassa modenese, è stato la tracimazione del fiume Secchia, che ha causato ingenti danni; un evento cui, dal punto di vista mediatico, non è stato dato il giusto risalto) è difficile riuscire a trasmettere al lettore un vissuto che lascia cicatrici nel corpo e nell'anima.

sabato 8 marzo 2014

Io sono emozione le parole di Eve Ensler ricordano che anche domani sarà l'8 marzo

di Amarganta Blue

Ha infranto un tabù: quello con cui si è soliti nominare "il segreto" delle donne, spesso definito con tutti i termini... tranne che con "quello". Forse perché ha un qualcosa di scientifico. O forse perché le donne, nella storia, sono sempre state quelle degli amori "angelicati" o degli amori carnali (a pagamento). Ma poi la parola è uscita dalla pagina, approdando a teatro.

VAGINA.

La vagina paragonata a una conchiglia, a un fiore, a un segreto violato (passatemi il gioco di parole) violentato... all'amore. Alle emozioni.
E nel Ventunesimo secolo, tra falsi moralismi, nell'Italia che ha fatto emergere scandali di feste ed escort, accostate alla necessità di essere brave ragazze (ovvero, sposarsi, avere un lavoro, fare figli e bla bla), reggono ancora molti tabù che non tengono conto di quello che le ragazze, le donne, sono. Di quello che non dicono, ma tengono racchiuso nel cuore. Ce lo dice Eve Ensler, che cito, senza recensioni. Un piccolo regalo, per ricordare che ogni giorno deve essere l'8 marzo.




venerdì 7 marzo 2014

Quattro stelle cadenti e una lucciola, la poesia brilla con Tamara Vittoria Mussio


di Amarganta Blue

E' stata tra le autrici  che hanno preso parte all'evento dello scorso 21 settembre. Tamara Vittoria Mussio si è presentata in tutta la sua disarmante spontaneità. Poco più che ventenne, timida, ma... non toccatele la poesia e la scrittura! Poi leggi le poesie di cui è autrice. Quattro stelle cadenti e una lucciola: componimenti che scavano nella vita, nei sentimenti, attingendo a un background che, di certo, non nasce dall'improvvisazione e nemmeno dal narcisismo sempre più imperante nella poesia (e nella società).  
I componimenti che costituiscono l'opera evocano le radici antiche della poesia, riallacciandosi al contempo a tematiche più intimistiche, sulla scia dei modelli lirici novecenteschi. Le parole di Tamara sono impreziosite da citazionismi che s'innestano su una linea personalmente conflittuale. Da qua, un'alternanza di movimenti che rispecchiano quelli di un animo diviso tra tormento e realtà, luci e ombre.Il tutto, prendendo atto dell'ineluttabilità dell'esistenza.

Il signore della neve e delle ombre di Sarah Ash

di Amarganta Blue

La trama: Gavril è un artista, ignaro delle  sue radici, finché non viene rapito e condotto nel gelido Azhkendir, dove scopre di essere, come il defunto padre, un Drakhaon, ovvero un guerriero dragone, tanto temuto, quanto terribile. Da questo momento, il giovane si trova coinvolto in una serie di intrighi, che gli fanno capire che il vero nemico, non è esterno, ma dentro di lui.

Tra Shakespeare e i russi, Il signore della neve e delle ombre, lavoro fantasy (molto dark) dell'autrice britannica Sarah Ash, si presenta come ricco di contaminazioni letterarie, innestate all'interno di una trama ben strutturata. Fin dalle prime pagine il lettore si trova immerso in un mondo gelido e cupo, retto da logiche di potere non dissimili da quelle che reggono il nostro mondo.

giovedì 6 marzo 2014

Piccola geografia della memoria: tra saggio, poesia e fotografia, un'opera da leggere. Emiliano Rinaldi e Antonella Iaschi.

di Amarganta Blue

Si dimentica troppo rapidamente. E nell'oblio, la distorsione si configura come un fenomeno quasi normale. Naturale. Ma chi ha vissuto il sisma del 2012, quegli emiliani di cui si sono decantate le qualità, reca dentro di sé una frattura che, a oggi, stenta a ricomporsi. Eppure  il ricordo non distorto può diventare la vera occasione per rialzarsi, per imparare dai propri errori. Per migliorarsi.  Ma sfogliamo il libro e leggiamo...
"Quando terra è matrigna/l’uomo deve essere padre/rimboccarsi le maniche/e curare la storia” (Ferrara, Antonella Iaschi). Cito i versi che, in un certo senso, racchiudono la vision e la mission di Piccola geografia della memoria. Appunti di iconografia sismica. Un lavoro composito, in bilico tra i generi, che riesce a mantenere in un equilibrio vincente. Il mix che si realizza, tra saggio, poesia e fotografia coinvolge il lettore proprio perché, nella peculiarità che caratterizza l’opera, non si trova spazio per l’approssimazione o per sperimentazioni astruse, ma nemmeno per pompose argomentazioni che, alla lunga, finirebbero per annoiare il lettore.

Words! Le parole, oltre la parola... - L'inizio di un viaggio.

By Roberta De Tomi
di Amarganta Blue 


No, non era una notte buia e tempestosa. Nemmeno era l'occasione per raccontare storie, boccaccesche o per riferire aneddoti piccanti.  Tutto è iniziato un giorno d'estate, a partire da un quesito. Quali declinazioni possono avere le parole? Da qua, altri interrogativi e spunti di riflessione si sono succeduti. La parola è comunicazione... la parola è creatività. Le parole formano una storia. Le parole possono veicolare sogni, aspettative. Possono rincuorare, ma anche ferire, "uccidere dentro" (anche se, solo supportate da fatti ed evidenze, valgono davvero, soprattutto quando la realtà chiama).  E spesso le parole non si lasciano imbrigliare nella rete delle definizioni. Così è nato l'evento. Un po' per caso, ma soprattutto per passione. Non un evento perfetto, ma come tutte le puntate-pilota di qualcosa cui s'intende dare una serialità, il test è d'obbligo. E i semi che si lanciano, vanno fatti fruttare.