martedì 25 marzo 2014

"A proposito di noi", un romanzo di Roberto Baldini, lo scrittore che "ama l'amore"

di Amarganta Blue

Dammi tre parole... e Roberto risponde:
Amore - Problemi - Affrontare.

A questo punto, il quesito sorge spontaneo: un amore è per sempre? Bé, in realtà, quello era il diamante... Ma per Roberto Baldini, scrittore della provincia modenese, lettore onnivoro e scrittore fantasioso con il dono della semplicità, l'amore è un motore mobilissimo. E, curiosamente, dalla sua assenza, sono nati i primi lavori, romanzi incentrati su questo sentimento. E proprio d'amore, ma soprattutto dei suoi problemi, parla il suo secondo romanzo, A proposito di no (David and Matthaus Edizioni). Perché si sa... le rose non sbocciano senza spine.


Ciao Roberto, tu sei lo scrittore che ama l'amore... come nasce A proposito di noi?   Ciao a t, ciao a tutti i lettori e le lettrici di Magia di parola! Amo l’amore con tutto me stesso, non posso farne a meno. A proposito di noi nasce dal disgusto che ho provato dopo l’ennesima storia sdolcinata, in cui "lei" impiegava una vita a mostrarti un bacio e poi finiva lì. E dopo? Che è successo? Lui e lei si sono sposati, sono andati a convivere, hanno avuto figli? Hanno trovato subito casa? Non si sono mai traditi? Magari per un ritorno di fiamma? A proposito di noi parla dell’amore ma soprattutto dei problemi dell’amore. Un dettaglio può portare una coppia alla deriva, un’incomprensione può far finire tutto. Ma due persone che si amano davvero riescono ad affrontare tutto ciò, in questo caso possiamo parlare di vero amore… L’ispirazione mi è venuta dopo aver visto un film del Brat Pack, un filone al quale sono molto legato… Purtroppo l’artefice di questa stagione dorata, John Hughes, ci ha lasciati da poco…

Il tuo primo libro, Chapter love, pone in evidenza alcune tue passioni: la pallavolo, la musica, i manga. In questo tuo nuovo lavoro, cosa emerge e come si differenze dal precedente? Effettivamente nel mio precedente romanzo ho inserito tutte le mie passioni. In questo caso ho preferito soffermarmi sul valore dell’amore e sull’importanza dell’amicizia. Insomma, avevo davvero qualcosa da dire e ci tenevo. Questo romanzo è sempre stato dentro di me e, nonostante l’abbia scritto abbastanza tardi, se n'è sempre rimasto "buono buono", in attesa di essere scritto e raccontato. Amo tutti i miei romanzi come se fossero figli, ma A proposito di noi ha un qualcosa di mio che, forse, gli altri miei lavori non hanno o avranno…

Come nascono i tuoi personaggi, sia per quanto riguarda questo, sia per quanto riguarda i prossimi? Per caso, come sempre. Gli dò un nome, preparo la loro scheda con caratteristiche e hobby e poi li piazzo nella storia. Ed è qui che avviene la magia: una volta ideati, pensano loro a tutto, crescono spontaneamente e si fanno amare… Spesso un personaggio creato per una certa situazione si evolve talmente tanto da meritare a sua volta una sua storia, o comunque qualcosa di meglio di una semplice comparsa… Per farti un esempio, prima di rispondere a quest’intervista stavo scrivendo un racconto. Ho immaginato un personaggio in un certo modo ma, quando ho iniziato a parlare di lui, si è totalmente trasformato, mi ha guardato negli occhi e si è descritto da sé. Un personaggio con una certa personalità, direi…

L'amore è il motore della tua scrittura... che amore ci racconti e che cosa hai voluto valorizzare di questo sentimento? L’amore è il motore della mia vita. In questo caso ho lasciato perdere gli amori da fiaba e mi sono concentrato sugli amori “terreni”. Intendiamoci, non hanno meno valore degli altri, l’amore può essere soltanto al massimo livello, in qualsiasi modo lo si guardi. Il fatto è che aspettiamo il principe azzurro sul cavallo bianco, ma è soltanto una metafora. Un ragazzo senza lavoro fisso che  strappa un fiore da un prato e ti porta fuori a cena in una trattoria, rinunciando al disco del suo gruppo preferito, non è un principe azzurro, è un re! Non pretendiamo i grandi gesti e non sminuiamo le piccole cose. Credetemi, in amore nulla è insignificante…

Quali autori sono la fonte della tua ispirazione? Chapter love risentiva molto, nei temi e nelle situazioni, dell'influenza di Federico Moccia, e ora, chi è per te un riferimento? Potrei dire Wilde, Shakespeare, Herbert, Salinger… giusto per "darmi un tono". In realtà l’ispirazione mi giunge dai miei colleghi “veri”, autori emergenti che forse non saranno sugli scudi, ma scrivono con il cuore, hanno sul serio qualcosa da dire e lo fanno con serietà e umiltà. Quindi sostituisco il nome di Moccia con Laura Bellini, Argeta Brozi, Vanessa Vescera, Stefania Bernardo, Nadia Boccacci, Rossana Lozzio, Francesco Casali… E potrei continuare…

Tanti autori  e autrici, penne "giovani" e di valore, che non citiamo e non ce ne vogliamo, ma si riconosceranno nelle tue parole! Ma veniamo al tuo lavoro sullo stile: come percepisci adesso la tua scritta, com'è cambiata e cosa non vorrai mai cambiare?
Il mio stile è cambiato per un semplice motivo: leggo moltissimo, quindi mi arricchisco. Chiaramente non ce ne accorgiamo giorno dopo giorno, ma se leggiamo le nostre opere vecchie… È un po’ come andare in palestra: i muscoli crescono e la pancia cala dopo costanti allenamenti, non dopo un’ora, magari una volta ogni dieci giorni. Uno scrittore che non divora libri non può definirsi tale, assolutamente.
Com’è cambiata la mia scrittura? Ditemelo voi… Cosa cambierei? Beh… ditemi voi dove sbaglio. ;)

Perché scrivi d'amore e, secondo te, abbiamo bisogno di scrivere di questo sentimento?
Ho iniziato a scrivere d’amore perché… non l’avevo. Quindi me ne sono inventato uno di sana pianta. Poi è successa una cosa, come dire… mi sono innamorato dell’amore. E, ovviamente, della scrittura. Sono sicuro che questa meravigliosa storia d’amore non finirà mai…
Tornando alla tua domanda... Abbiamo bisogno dI scriverlo? Io sì, forse a qualcuno basterà leggerlo per viverlo nel cuore con le parole di chi lo scrive.

A proposito di Words!... dacci 3 parole per definire A proposito di noi.
Amore, problemi, affrontare.

Dacci 3 parole chiave sui tuoi prossimi progetti (per incuriosire e non svelare troppo alla gente) Amore, amore e amore! Scherzi a parte, oltre ad amore aggiungo gelosia e… sincerità.



A proposito di noi: la trama.

Claudio e Karen: amici, confidenti e, infine, amanti. La loro amicizia ha inizio ai tempi del liceo, quando i sentimenti possono trasformare la vita in un paradiso o in un inferno e quando un gesto, o una parola, bastano per dar luce a una grande storia d’amore. Claudio trascorre anni nella speranza di conquistare il cuore della bellissima Marg, la ragazza più ammirata della scuola, e nel silenzio la osserva a pochi passi da lui, ignorando però che, così facendo, corre il rischio di bendare il suo cuore e non vedere il vero amore, chiuso negli occhi viola della dolce Karen. Gli impareggiabili anni del liceo, tra amori, amicizie e delusioni, sono però destinati a finire e dei tempi andati non rimangono che immagini da ricordare all’università. E il loro amore? È realmente così forte da superare gli ostacoli quotidiani?

Scheda Tecnica del libro

A proposito di noi
Autore: Roberto Baldini
Prezzo: € 16,90
Pagine: 194
Editore: David and Matthaus Edizioni
Lingua: Italiano
Isbn: 9788898410644

Nessun commento:

Posta un commento