lunedì 24 marzo 2014

La magia di Isol, Astrid Lindgren Award 2013, a Bologna per la Children Book Fair

di Roberta De Tomi

Una serie di appuntamenti, organizzati da Logos Edizioni alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, vedono protagonista l'illustratrice e autrice argentina, Isol. Un'artista completa, capace di saper portare il punto di vista del lettore "dalla parte dei bambini".
I suoi lavori sono ricchi di sperimentazioni pittoriche, con immagini che vibrano di emozioni esplosive.
Tra le iniziative: la mostra intitolata "Vidente natural" presso lo spazio Zoo con vernice il 26 marzo alle ore 18.



L'appuntamento è con la creatività di Isol,autrice
di quattro opere che verranno presentate
durante il Children's Book Fair. E a proposito del lavoro dell'illustratrice e di bambini...
“Purtroppo, quando si cresce, - si legge nel comunicato - si perde il contatto con l'espressione per immagini; eppure da bambini siamo dei veri esperti in materia. Personalmente non credo di dover mettere un limite alla mia immaginazione solo perché si tratta di un libro per bambini, al contrario! Quale lettore potrebbe essere più esigente di un bambino? I bambini hanno un sacco di cose da scoprire ed è meglio mettersi al loro alto livello in modo da soddisfare l’enorme curiosità. Traggo la mia ispirazione da ciò che è selvaggio, da ciò che è buffo,
dall'indipendenza culturale di cui godono i bambini. Essi sono al di là delle nostre convenzioni, continuando a porsi ogni genere di domande. Ecco perché li scelgo come personaggi principali. I punti di vista dell'artista e del bambino hanno molti aspetti in comune. Una volta qualcuno mi disse che un artista è un bambino sopravvissuto.”
Isol crea libri illustrati dal punto di vista del bambino. Le sue immagini vibrano di energia ed  emozioni esplosive. Con una palette di colori ristretta e soluzioni pittoriche sempre innovative,  modifica prospettive ben radicate e supera i confini del mezzo espressivo, il libro illustrato. Assumendo come punto di partenza la chiara visione del mondo che hanno i bambini, Isol affronta  le loro domande con una potente espressività artistica e offre risposte aperte. Con leggerezza e uno humour liberatorio, affronta anche gli aspetti più oscuri dell’esistenza.

Isol: parliamo un po' di lei...
Marisol Misenta, alias Isol, è nata a Buenos Aires nel 1972. Ha iniziato la sua educazione artistica alla Escuela Nacional de Bellas Artes “Rogelio Yrurtia”, dove studiava per diventare un’insegnante d’arte, a cui ha fatto seguito un biennio all’Accademia di Belle Arti di Buenos Aires.
Isol ha scritto e illustrato circa 10 titoli pubblicati e ha illustrato un numero equivalente di opere di altri autori. Il suo debutto è avvenuto nel 1997 con Vida de perros (Vita da cani), la storia di un bambino che vede delle nette somiglianze tra se stesso e il suo cane. Alcuni dei tratti caratteristici dell’opera di Isol erano già presenti in questo lavoro: uno stile espressivo, talvolta esplosivo, con una palette cromatica attenuata, contorni marcati e una messa a registro deliberatamente errata nella stampa a colori dei motivi, dove linee e colori non sono
completamente allineati. Le sue storie sono ricche di humour, con svolte repentine e sorprendenti, occasionalmente filosofiche e sempre piuttosto acute. Isol sta dalla parte dei bambini e vede il mondo attraverso i loro occhi, mostrando le assurdità del mondo degli adulti.
El Globo (Il palloncino), del 2002, descrive una madre arrabbiata e rumorosa che si trasforma in un palloncino. In Petit, el monstruo (2007) un bambino tenta di capire perché il suo comportamento viene giudicato lodevole in un’occasione ma gli procura una sgridata in un’altra. Isol esplora continuamente nuovi formati e nuove forme per i libri. Tener un patito es útil (2007) può essere letto in due direzioni con due diversi risultati: una storia mostra come un bambino può usare una papera, e un’altra storia come una papera può usare un bambino.
Nocturno (Notturno), del 2011, è una bella introduzione ai sogni della notte, stampato con un inchiostro fluorescente che si apprezza meglio al buio. Il grande talento di Isol come illustratrice di libri è evidente nell’esperienza complessiva creata dalla composizione suggestiva, la scelta dei colori e l’intensità della linea.
La sua collaborazione di lunga data con il poeta argentino Jorge Luján ha dato vita a un gran numero di libri nei quali Isol, attraverso le immagini, diventa coautrice della storia e non una semplice illustratrice nel senso più ovvio del termine. Le sue opere sono state pubblicate in circa 20 paesi.

Fonte: Ufficio Stampa Logos Edizioni
www.libri.it

Nessun commento:

Posta un commento