martedì 29 aprile 2014

Terremoto, precarietà, un pizzico di mistero: con "Magnitudo apparente" la parola passa agli "invisibili".

dallo Staff

Gli ultimi dati, parlano chiaro: i Neet in Italia sarebbero circa 2 milioni (ultimi dati Istat, in riferimento ai giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni). E per almeno due anni, le previsioni non sono per niente rassicuranti, tanto che il rischio è che questi dati crescano ancora. Accanto a questo numero, accostiamo quel 42 per cento di giovani in cerca di occupazione (in cui, aggiungo io, sono ovviamente inclusi i Neet). Lavoratori precari o inoccupati che hanno perso le speranze. Come avviene per Nicole, tra i protagonisti del romanzo di Roberta De Tomi. Magnitudo apparente (Lettere Animate Editore, formato e book) nasce dal precariato a 360°: quello legato a una situazione economica, sociale e/o personale; quello che irrompe nella vita di tutti, minando ogni certezza; e quello del terremoto, che ha sconvolto un intero territorio. Per guardare il booktrailer, clicca qui.


"Il terremoto aveva messo tutti di fronte ai propri limiti,
e forse era proprio questo che aveva spaventato tutti",
Il sisma che nel maggio 2012 ha sconvolto parte della Pianura Padana, in particolare l'Emilia, il basso mantovano e il basso ferrarese, diventa protagonista di Magnitudo apparente; ma non è l'unico. Con lui, la precarietà s'impone come condizione di vita che può avere diverse manifestazioni. Può essere la precarietà di Nicole, una Neet, illustratrice di talento, ma invisibile agli occhi di una società (quella attuale italiana) vista dalla stessa ragazza (e non solo da lei) come anti meritocratica e strutturata sulla logica delle cerchie chiuse (le cosiddette caste); può essere la precarietà della madre, Marilena (si chiama davvero così? leggete!), che vorrebbe recuperare il tempo perduto, tornando a fare il lavoro cui ha rinunciato per fare la moglie e la madre a tempo pieno; può essere la precarietà del padre che, a un certo punto, si trova alle prese con una misteriosa donna... tale Arcobaleno nel blu. Chi sarà questa donna? Un'amante? O altro? Lo sapremo leggendo il romanzo... .

Terremoto, precarietà, ma anche i piccoli inghippi della quotidianità. L'amicizia tra due cugini, che, giorno dopo giorno, sentono crescere il loro legame, sempre più vicino a un amore proibito. Per Nicolò, un piccolo tormento, nell'età in cui i sensi sono particolarmente tesi, tra primi fervori e la scoperta del proprio corpo. D'altra parte, però, per Nicole il cugino, appassionato di computer e dei Rammstein (ascolta Sonne qui), è il terremoto positivo che, con la sua testimonianza, la indurrà a capire l'importanza della lotta, in ogni situazione e a ogni costo. Da qua, quindi, la riscoperta dei sogni che aveva soffocato e il ritorno sul campo di battaglia della creatività. E, ancora, la fiducia in sé, quella predisposizione d'animo che manca ai Neet, annientati dall'assenza di prospettive.

Un'esperienza personale, da cui è scaturito l'intreccio delle storie nate dalla fantasia dell'autrice.
Tra realtà e "fiction", Magnitudo apparente rifugge dall'autobiografismo, o meglio, ne fa un pretesto per far crescere la vicenda, insieme ai suoi personaggi. Personaggi in bilico, precari, come possiamo essere (o essere stati) tutti, per ragioni economiche, personali, psicologiche. Nicole potrebbe essere affetta da una forma di bipolarismo da cui, tuttavia, non si lascia travolgere (e qua subentra la questione del rapporto tra creatività e follia). In tutti questi personaggi potremmo identificarci, ma anche trovare elementi discordanti. In questo caso, è perché spesso diamo per scontato le sicurezze in cui ci crogioliamo. Ma quando le cose accadono (vedi il terremoto), ti accorgi che la sicurezza è spesso un'illusione, e che la vita riserva sempre delle sorprese destabilizzanti. Nel bene e nel male. E poi tocca a noi riuscire a capire come ritrovare l'equilibrio venuto a mancare.

Ascolta l'intervista per Modena Radio City, cliccando qui
Guarda il Bootrailer, cliccando qui

Scheda tecnica

“Magnitudo apparente”
di Roberta De Tomi
Casa Editrice: Lettere Animate Editore
Collana: Narrativa
Prezzo: 1,99 €
Formato: E-book
Disponibile sui principali e store, tra cui:
Amazon: http://www.amazon.it/Magnitudo-apparente-Roberta-De-Tomi-ebook/dp/B00IYGJXTQ/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1396862268&sr=1-1&keywords=magnitudo+apparente

Bookrepublic: http://www.bookrepublic.it/book/9788868820893-magnitudo-apparente/

Hoepli: http://www.hoepli.it/ebook/magnitudo-apparente/978886882089E.html

Sito dell'editore: www.lettereanimate.com




1 commento:

  1. Il terremoto è qualcosa che ha segnato profondamente un territorio e la sua popolazione. Roberta ha raccontato quello che abbiamo provato, spegnendo le luci dei clamori mediatici. E' andata in fondo all'anima... Ila

    RispondiElimina