venerdì 30 maggio 2014

"Tra mura di vento", la poesia libera di Rosana Crispim Da Costa

di Roberta De Tomi

"Poesia migrante"? Poesia che esalta il rapporto tra natura e femminilità? Poesia che "fa rima" con donna? I versi di Rosana Crispim da Costa sono tutto questo, e oltre. Ogni componimento inserito nella raccolta Tra mura di vento, esprime una personalità libera da cavillosi tecnicismi. La lettura è come un fiume che scorre, che nella parola scorge un argine eretto dal cuore, con la guida della ragione.


"Il giorno prima della felicità": Erri De Luca racconta una storia ambientata nella Napoli del secondo dopoguerra

 di Roberta De Tomi

Che cosa accade, il giorno prima della felicità?
La felicità è come il bacio di Cyrano, "un apostrofo rosa", in questo caso, posto tra due situazioni? O è un momento fugace, che "passa e ti porta via”? La risposta la troviamo tra le pagine del romanzo di Erri De Luca, che ci racconta una vicenda in bilico tra un passato e un presente, ben intrecciati tra loro. Lo scrittore narra una storia d'amore calata nel contesto della Napoli della ricostruzione post-bellica, di cui sono restituiti suggestivi scorci inediti.

giovedì 29 maggio 2014

C'era una volta... "Le case bambine" di Marzia Braglia - Speciale 29 Maggio

Le case raccontano un mondo. Così, quelle della Bassa Modenese, messe alla prova dalla seconda scossa di terremoto, nel 2012 (alcune sono crollate, altre hanno resistito), rappresentano vite, amori, situazioni del passato, che non si vogliono scordare. Anche nella danza dei fantasmi.

Ricordiamo il 29 maggio, secondo anniversario della seconda scossa, con una poesia:

"Le case bambine" di Marzia Braglia, clicca qui

29 maggio 2012... due anni dopo, per non dimenticare il terremoto

Noi non vogliamo dimenticare. La memoria ci riporta al 29 maggio, a quella mattina terribile...
Ma preferiamo lasciare spazio alla video-poesia.

E tutto tace di Marzia Carocci - Clicca qui

martedì 27 maggio 2014

Il mondo nuovo, Aldous Huxley e il dilemma della felicità

di Roberta De Tomi

Esiste una ricetta per la felicità? E se esiste, può essere racchiusa nella realizzazione dell'Utopia della società perfetta? Il mondo nuovo di Aldous Huxley sembra risolvere questo problema, introducendo nel sistema una forma di stabilità che supera ogni forma d'individualismo. Il corpo sociale viene prima delle persone, plasmate da condizionamenti basati sulla lezione pavloviana. Ma è risaputo: non sempre "le ciambelle riescono con il buco", e un errore, anche minimo, può inficiare su risultati che si presumono essere impeccabili. Soprattutto quando, da una riserva di "selvaggi" giunge una visita curiosa, che, sotto l'egida di Shakespeares, porta scompiglio tra alcuni abitanti di questa "società felice".

martedì 20 maggio 2014

20 maggio 2012. "Un attimo prima. Un attimo dopo" di Vincenzo Ciminello, una video-poesia.

20 Maggio 2012. Terremoto in Emilia.

20 Maggio 2014
. Per non dimenticare, una video-poesia, ovvero la lettura della poesia Un attimo prima, un attimo dopo di Vincenzo Ciminello, tratta dall'antologia poetica La luce oltre le crepe (Bernini Editore) di Autori Vari.

Vedi il video cliccando qui


lunedì 19 maggio 2014

Chi ha ucciso Little Susie? La storia della bimba, simbolo dell'infanzia violata

di Roberta De Tomi
Verità o leggenda? La domanda è stata posta da molti degli utenti che hanno letto la storia di Little Susie, restando senza parole e con gli occhi pieni di lacrime. Il nome ricorre in alcune canzoni (vedi Michael Jackson), ma anche in Youth Of The Nation dei Pod (in questo caso, con la piccola variantedi Little Suzie). E la mente corre al triste evento, che ha portato la piccola a diventare il simbolo dell'infanzia violata.

venerdì 16 maggio 2014

Il piccolo principe: la bellezza delle piccole cose

di Roberta De Tomi

A volte capita di cercare tra le pagine di un libro le risposte alle domande, scaturite in un "momento no". E allora ti ritiri, per trovare risposte rimosse o che devi ancora interiorizzare. Il piccolo principe è uno di quei libri in cui l'apparente semplicità consente di attivare una ricerca esistenziale forte e pregnante. E dalle risposte alle domande, il passo non è lungo.

lunedì 12 maggio 2014

"La luce oltre le crepe" a Riolunato, la poesia che regala emozioni, "per non dimenticare"

Un momento della presentazione
di Luigi Golinelli

Sabato 3 maggio, ho avuto l’onore di presentare l’antologia La luce oltre le crepe a Riolunato, grazioso paesino dell’Appennino modenese, posto nelle vicinanze di Pievepelago. Ho condiviso questo privilegio con altri due poeti, Marzia Braglia e Silvano Fini, in rappresentanza, insieme a me, dei circa cinquanta poeti che hanno partecipato al progetto.


venerdì 9 maggio 2014

La nuova biblioteca di Finale Emilia al Salone del Libro di Torino

dallo Staff

Mattoni di libri, l'opera realizzata da Alessandro Sanna sulla balaustra della nuova biblioteca "Giuseppe Pederiali" di Finale Emilia, diventa Castelli di Libri. È così infatti che si intitola il libro, pubblicato da Franco Cosimo Panini Editore, che prende vita
dal murale realizzato nella biblioteca, ricostruita dopo il terremoto del 2012. Attraverso una successione di immagini suggestive, divertenti e a tratti commoventi, l'autore prova a dare una risposta alla domanda “a cosa servono i libri?”, tra realtà e immaginazione.

Il volume verrà presentato nell'ambito delle iniziative di Spazio Book, al Salone Internazionale del Libro di Torino, sabato 10 maggio, alle 20.30. All'incontro, oltre all'autore Alessandro Sanna, interverranno Laura Panini, presidente di Franco Cosimo Panini Editore, Fernando Ferioli, sindaco di Finale Emilia e Antonietta Furini, bibliotecaria di Finale Emilia.

Fonte: Comunicato del Servizio Stampa Finale Emilia

Mademoiselle Coco: Cenerentola non proprio per caso...

di Lola Words

Se non possiamo vivere i nostri sogni, almeno fateci vivere quelli (realizzati) degli altri. Segnate questa frase come una citazione di Lola Words. Nel processo di mitizzazione di qualsiasi persona che ha saputo lasciare un segno (o anche qualcuno di più) nella storia, la dimensione della fiaba irrompe, prepotente. Anche se, si sa, la vita non è una fiaba e un'icona del calibro di Coco Chanel ha dovuto affrontare una strada tutta in salita. Intuito, astuzia, coraggio, ma anche la capacità di cogliere le occasioni e di avvalersi delle "giuste conoscenze", come si evince dall'articolo che puoi leggere cliccando qui. Ma non pensiamo alla fiaba di Cenerentola quando parliamo di lei: Mademoiselle non indossava scarpine di cristallo, piuttosto le plasmava. Ed era abbastanza prudente da rientrare prima della mezzanotte, per non perdere l'aplomb che l'ha resa celebre.

mercoledì 7 maggio 2014

La fiaba di Antonio Moresco: un amore sbocciato tra i cartoni e il degrado

di Roberta De Tomi
Un vecchio pazzo, una meravigliosa ragazza; un amore che pare un raggio di luce puntato su una distesa di fango stagnante. Fiaba d'amore dello scrittore Antonio Moresco, non lesina nel fornire alcuni dettagli "escrementizi", legati alla vita del protagonista (fatto curioso per una fiaba). Un barbone di cui nessuno conosce la reale identità. Era forse un imprenditore? E chi è la ragazza che lo salva? E cosa rappresenta il piccione che attraversa la vita e la morte, compiendo voli che di pindarico hanno poco?

martedì 6 maggio 2014

It's just a question of lust

di Lola Words

Silenzio... Si parla di... ooops... non si può dire!
Occhi abbassati. Una patina di finto pudore, il sacrosanto rosario da cui ci facciamo avvolgere, mentre le scene più hard prendono vita, tra le pagine di un libro, tra le note di una canzone o sullo schermo. Eppure... nel 2003 si parlava di Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire, il libro-scandalo di Melissa P. che riesuma la figura (molto equivocata) della lolita. Siamo all'inizio del Duemila, in piena temperie "velinista". A proposito di veline... nello stesso anno, ma alcuni mesi prima, esce Ricordati di me, film di Gabriele Muccino che annovera tra i protagonisti un'aspirante velina, interpretata da Nicoletta Romanoff. La pellicola fornisce uno spaccato di quel mondo, in netto contrasto con le dichiarazioni di molte starlette della televisione, che rivelano il sogno di maternità e di una famiglia, magari numerosa, per lustrare l'immagine della ragazza della porta accanto.  E ancora... andando indietro nel tempo, pensiamo al clamore suscitato dalla famosa scena delle gambe accavallate di Basic Instinct. Periodicamente ci si arrovella, gridando allo scandalo "hot" del momento, salvo poi sbirciare, per cogliere l'attimo fuggente e piccante; senza contare che quando il sesso (ops, l'ho detto!) c'è, ecco che share e vendite aumentano, le critiche fioccano, le polemiche idem... Strane contraddizioni, piccole ipocrisie quotidiane (ma diciamolo a bassa voce, qualcuno potrebbe offendersi)...  In fondo, però, it's a question of lust, come cantano anche i Depeche Mode.


lunedì 5 maggio 2014

"Ciao amore mio", una dedica al marito morto in un incidente, un abbraccio alla vita, per Elisa Nizzoli

di Roberta De Tomi

Maggio: il mese in cui la primavera esplode, con le corolle più belle. Il sole tramonta più tardi, ma la sua luce, calda e avvolgente, purtroppo non può debellare le ombre che si addensano sul destino di una persona. Ed ecco, improvvisamente, l'evento terribile, nel mantovano: l'incidente in auto, la morte improvvisa di Giacomo. E per la moglie, Elisa Nizzoli, il dolore lacerante e una vita minata nelle sicurezze che sembravano ormai assunte; accanto, la forza, che spesso è più una maschera indossata per celare i brandelli dell'anima, in attesa di essere ricomposti. E nella ricomposizione, cosa resta? L'amore, sancito da una promessa che profuma di eternità. Questo è Ciao amore mio.

sabato 3 maggio 2014

Il ricordo dell'amore: Aminatta Forna racconta le conseguenze della guerra in Sierra Leone

dallo Staff
"C'è un prima e c'è un ora. In mezzo, un vuoto senza sogni". Parole che descrivono una trama, ma ancora prima, una condizione storica: quella della Sierra Leone, alle prese con gli strascichi di una guerra, durata undici anni. A raccontarli, Aminatta Forna, ne Il ricordo dell'amore, romanzo dall'ampio respiro, vincitore del Commonwealth Writers’ Prize 2011, candidato al Premio Europeo per la Letteratura2013, finalista al Warwick Prize 2010, all’Orange Prize for Fiction 2011 e all’International Impac Award 2012.
«Sunday Telegraph», «Financial Times», «The Times» l'hanno eletto miglior libro dell'anno.


venerdì 2 maggio 2014

La luce oltre le crepe, domani la presentazione a Riolunato

dallo Staff
A oggi, sono stati versati duemila euro a favore delle biblioteche modenesi colpite dal sisma 2012, ma le iniziative relative a La luce oltre le crepe, progetto editoriale indipendente ideato dal poeta modenese e co-curatore Luca Gilioli, continuano. Prossima tappa: sabato 3 maggio, alle 10.30, presso la biblioteca comunale di Riolunato. A organizzare l'evento, uno degli autori che ha partecipato al progetto, Luigi Golinelli, tra gli autori dell'opera.

giovedì 1 maggio 2014

Primo Maggio: "Un treno chiamato precarietà"


dallo Staff

"Con quel pezzo di carta avevo sognato la mia vita, un treno diretto verso una stazione definita". Sogni conditi dalla determinazione, che si scontrano con la realtà. E il Primo Maggio, messe da parte le grigliate, è un giorno di riposo e di riflessione. Si affoga le delusioni in un pezzo scritto, in cui trovare una ragione per rialzarsi e per guardare al futuro... Un treno chiamato precarietà è lo spaccato di chi ormai la precarietà la vive, tra cadute e le risate di chi ha le spalle coperte. Perché tutti pensano che tutto va bene... finché le cose capitano agli altri... .