venerdì 1 agosto 2014

Passeggiando per Milano... scopriamo la "Walk of Fame" in salsa italiana

di Lola Words

Prima di pubblicare la seconda parte dell'intervista a Marta Leandra Mandelli, abbiamo pensato di realizzare un articolo dedicato a un luogo di Milano, città natale dell'autrice, nonché tra i fulcri dell'editoria italiana. Sto parlando della "Walk of Fame" in salsa italiana... Già perché, facendo la turista nemmeno troppo per caso, la curiosità mi ha guidato alla scoperta di questo scorcio del capoluogo lombardo. Il mio obiettivo non ha esitato a immortalare le impronte lasciate da diverse star nazionali e internazionali, all'interno di alcuni riquadri di cemento, posti l'uno accanto all'altro, e collocati in una galleria in zona Duomo, su cui spiccano, in alto a sinistra, l'immagine del Telegatto, a destra la data e, in basso, la firma del vip. I riquadri sono disadorni, e manca un forte risalto a questo luogo, decisamente curioso, ma decentrato rispetto ad altri d'appeal che troviamo ogni giorno affollati da centinaia di turisti.


Kirk Douglas, Angela Lansbury, Shannen Doherty, Peter O'Toole, sono solo alcuni dei nomi illustri  che troviamo nella "Walk of Fame" meneghina. Dal primo piano, allarghiamo lo zoom per capire dove siamo: in una galleria pedonale, posta tra Largo Corsia dei Servi e corso Europa. La mente corre alle "Notti dei Telegatti", ovvero all'evento realizzato contestualmente al concorso ideato e organizzato da una nota testata nazionale di musica e spettacolo, che ha visto partecipare tanti divi e dive dello spettacolo. Di questa iniziativa è rimasto un ricordo, ovvero questa "Walk of Fame", interessante, ma decentrata rispetto ad altri poli d'interesse di zona Duomo; nemmeno ci sono indicazioni che possano portare a questo angolo.
Spulciando tra i commenti di alcuni utenti, si conferma l'impressione dello stato di abbandono, tanto più che i riquadri dedicati ai diversi vip, non sono segnalati.

Tra i nomi, oltre a quelli che ho citato sopra, spiccano anche quelli di Ernest Borgnine. Michael Douglas, Sharon Stone (e altri) e quelli degli italiani Raimondo Vianello, Sandra Mondaini, Lorella Cuccarini.
Un piccolo tributo a un pezzo di storia del nostro spettacolo; per chi ricorda il Telegattone, protagonista della sigla di un programma che per anni ha scandito i pranzi domenicali di molti italiani. Momenti di nostalgia e osservazioni sul luogo a parte, per questo agosto da turisti, se capitate a Milano, tra i soliti Selfie, una capatina in libreria, la presentazione di un libro, un'occhiata a questo angolo "nascosto" di città, ci sta. E diciamolo... la curiosità non sempre uccide i... gatti!

Nessun commento:

Posta un commento