martedì 11 novembre 2014

Davide Cavazza: con "La gabbia", la ricerca della verità e dei valori, oltre le manipolazioni

Davide Cavazza, autore de "La gabbia"
di Roberta De Tomi

Un esordio nato come tappa matura di un percorso che include l'esperienza ad Amnesty International. L'esperienza, i valori, le passioni di Davide Cavazza confluiscono ne La gabbia (Leone Editore), romanzo d'esordio che intreccia politica e situazioni private, mettendone in rilievo le intime e ardite connessioni. L'autore ci racconta questo libro, che si colloca nel cuore dell'attualità, ma anche della crisi di valori che sta interessando il nostro paese (e la nostra società). Ecco cosa ci rivela.


Ciao Davide, benvenuto. La gabbia è la tua opera prima?Ciao Roberta, sì, La gabbia è il mio romanzo d'esordio.

Con la scrittura è stato amore a prima vista?
Direi proprio di sì. Da bambino volevo fare il giornalista. Poi ho incontrato il mondo del volontariato e questa è stata la mia strada. Diventai Publication Manager di Amnesty International. Arrivare al romanzo ha richiesto la maturazione giusta.

Come nasce La gabbia?
La gabbia nasce dalla voglia di raccontare una storia di amicizia. Nasce perché volevo coniugare il fascino delle campagne per la ricerca del consenso con la vita vera, con le emozioni reali dei protagonisti. Il pubblico e il privato potevano fondersi ed avere voce solamente nel romanzo.

Chi sono i protagonisti di questo tuo lavoro?
Quattro amici. Una campagna. E il coraggio dell'amore. Tommy Francese, Chiara Levi, Gabriele Torre e Stefano Ragno si conoscono all'università e si impegnano nel sociale. Quindici anni dopo, si ritroveranno sulla scena pubblica, con ruoli diversi. Tommy sarà candidato premier, e il passato riemergerà.

Tra i personaggi, a quale sei più affezionato?
Chiara Levi. Lei è il motore dell'amore, e tratteggiare il suo carattere forte e sensibile ha richiesto molto lavoro. Chiara è una donna determinata, ma la sua fragilità la costringe alla fuga. La fine dei suoi sogni la porterà lontano, ma il suo destino deve ancora compiersi. A lei sono molto affezionato, perché la sua umanità latente pervade molte pagine, e in definitiva l'intera storia.

In cosa consiste la gabbia che dà il titolo al tuo romanzo?
In una gabbia vera e propria, fisica, che sta in una piazza di Bologna. Dentro ci si rinchiudono i protagonisti. Lo fanno per attirare l'attenzione contro la pena di morte. Lo fanno per altri, ma lo fanno anche per sé stessi. Quella gabbia non è per loro solo una metafora.

Politica e vita privata: come s'intrecciano questi due aspetti?
Nel romanzo la corsa verso la leadership politica mostra talento ma anche colpi bassi, e un mondo dell'informazione che pilota il consenso pubblico. L'umanità dei protagonisti è l'unica via d'uscita a regole meccaniche, i loro sogni l'antico antidoto al conformismo ideologico.

Con questo romanzo, hai voluto rivolgere un auspicio, rispetto anche al momento storico che stiamo vivendo?Io credo che la ricerca di valori veri sia sempre necessaria. E sia senza fine. Non ci si deve mai stancare di indagare la verità, di setacciare tra finzione e show, laddove si annidano i caratteri migliori, e farli emergere come persone, come leader naturali.

Dal punto di vista dello stile, come hai lavorato?
Ho cercato di dare compiutezza e anima ad ogni personaggio, anche a quelli minori. Tanti piccoli dettagli caratterizzano ciascuno degli attori del romanzo, definendone il timbro, la voce.

C'è qualcosa o qualcuno che ti ispira particolarmente nella scrittura (o nella vita)?
Mi ispirano coloro che si dedicano al bene comune, siano essi figure che hanno cambiato il mondo con impegno straordinario o persone che vedo ogni giorno provare a dare una mano nel sociale, con impegno altrettanto straordinario.

Hai qualche progetto? È dentro o fuori dal cassetto?
E' quasi fuori dal cassetto. Ci uscirà del tutto nel nuovo anno...

La gabbia: la trama

La campagna elettorale sta volgendo al termine. Il candidato Tommaso Francese sfida i partiti maggiori con la sua formazione indipendente. Ma l'irrompere del passato, a partire dall'articolo del Sarto, farà riemergere nel presente le dinamiche del rapporto con amici mai dimenticati. E valori che la società sembra seppellire, per favorire la corsa cinica al potere e al successo.  

Scheda tecnica del libro
La gabbia
di Davide Cavazza
Casa Editrice: Leone Editore
Pagine: 250
Prezzo: € 12,00
ISBN: 9788863930986
Pagina catalogo: http://www.leoneeditore.it/catalogo/index.php?main_page=product_book_info&products_id=91

Nessun commento:

Posta un commento