martedì 23 dicembre 2014

Antonella Cavallo fa "Bling": la medaglia d'argento al primo Contest for Words ci racconta "la sua seduzione"



Antonella Cavallo, secondo posto al Contest
"La mia seduzione" con il direttore di
HOW2 Edizioni, Dario Abate
di Sachi Osti Merizzi

Con Bling si è aggiudicata il secondo posto al Contest "La mia seduzione". Antonella Cavallo, "di giorno" lavora nell'azienda di famiglia, mentre la sera si esprime creativamente con la scrittura, sua grande passione, insieme ai viaggi e al contatto con la gente.
Sentiamo cos'ha da dire sul racconto e sulla seduzione, mentre per leggere il racconto sul blog di HOW2 Edizioni, clicca qui



Dario Abate e Antonella Cavallo
Ciao, Antonella, benvenuta, raccontaci qualcosa di te. Parlaci delle tue passioni, dei tuoi interessi, dei tuoi sogni…
Di giorno sono direttore commerciale nell'azienda di famiglia. Siamo alla terza generazione, e siamo specializzati nella progettazione, costruzione e riparazione di apparecchiature per la ricerca scientifica. Mi piace molto questo lavoro, mi permette di trattare col cliente finale, ed è un ambiente piuttosto 'artistico'. Di sera, invece, scrivo per passione.
Adoro viaggiare per il mondo, specialmente in Estremo Oriente, chiacchierare con la gente entrare nelle loro case e partecipare alla loro vita. Mi piace ridere, sorridere e che la gente si senta a proprio agio e si lasci andare quando parla con me. I miei sogni s’intersecano con la realtà. Ogni tanto perdo il filo e scrivo amalgamando i due elementi, ovvero, fantasia e realtà. Credo sia la ricetta per la mia felicità: gioire delle piccole cose.

Per quale ragione hai deciso di partecipare al Contest for Words “La mia seduzione”?
Mi ha incuriosito, l'ho letto e ho accettato la sfida. Partecipo a molti concorsi, mi diverte, ma questo è stato il mio primo contest.

Com’è nato il tuo racconto?
Ho letto, seduzione e ironia: due termini che hanno stimolato la mia fantasia e mi ci sono riconosciuta.

Che cosa hai voluto raccontare in Bling?

Mi vengono in mente un sacco di proverbi che avrebbe sciorinato mia nonna, quasi tutti negativi... Io ho raccontato col sorriso il desiderio, l'emozione, la spontaneità che porta a togliere il freno e a lasciarsi andare. Alla mia protagonista apparentemente è andata male, si potrebbe dire che abbia fatto una gaffe, una figura pazzesca, da sprofondare sottoterra. Come sarà andata a finire poi quella sua giornata? Avrà sedotto il suo spasimante? Di sicuro con uno ci è riuscita… e a quanto pare anche con parecchi altri.

Quanto ci hai messo a scriverlo? È stato il frutto del momento, era già da qualche parte, nel cassetto o in testa, o è nato lentamente?
È nato in una serata. Io infatti scrivo solo dopo cena, in genere fino a mezzanotte, quindi tre/quattro ore.

Quanto c’è di te in questo tuo lavoro?
Parecchio: scenografia, costumi e carattere.

Che cos’è per te la seduzione?
Spostare su di te l’attenzione del soggetto da sedurre, annullare ogni altro suo desiderio, fargli venir voglia di essere da nessuna altra parte, se non lì con te.

Uomo o donna… chi seduce chi e come? O dipende dalle situazioni?

Entrambi. Ci sono donne che quando passano “spostano l'aria”. Ci sono uomini che con uno sguardo ti mandano in estasi.

La capacità di sedurre, viene da dentro o si può imparare?
E' un'arte e in quanto tale si può imparare.

Dacci una tua definizione della seduzione in un massimo di tre parole…
Attrazione, desiderio, incanto.

Per leggere Bling sul Blog di HOW2 Edizioni: http://www.how2edizioni.it/bling-antonella-cavallo.html

Nessun commento:

Posta un commento