sabato 31 gennaio 2015

Aleph - #iRaccontidiFiorella

di Fiorella Carcereri

Vidi lo sguardo di una sfinge immobile, minacciosa sul presente e sul futuro,

Vidi una formica ancora viva tranciata in due sul muretto assolato,

venerdì 30 gennaio 2015

Angelology, tra mistica e thriller, l'epopea di Danielle Trussoni che lascia il segno

di Roberta De Tomi

Il New York Times l'ha definito "uno dei migliori romanzi degli ultimi anni" e non a torto. Certo, se rivolgiamo l'attenzione al nostro (un po' troppo bistrattato) panorama nazionale, ci accorgiamo che i talenti non mancano e in ogni ambito (e ricordiamocelo quando andiamo in libreria!). Tuttavia, la lettura di Angelology, di Danielle Trussoni, rappresenta una conferma, ben oltre le indicazioni sulle fascette, ed è un ottimo catalizzatore d'attenzione, in particolare per gli appassionati di mystic e di tutti quegli argomenti a carattere spirituale ed esoterico che negli ultimi anni sono stati fortemente "spinti" dalla New Age. Moda o esigenze spirituali autentiche? Il romanzo di Trussoni va oltre, configurandosi come una narrazione in cui la componente spirituale s'intreccia abilmente all'action; il tutto sostenuto da una scrittura capace d'intessere scenari fisici e dell'anima fortemente suggestivi.

giovedì 29 gennaio 2015

E se potessi rivivere la tua vita? Schiaccia "Replay" e parliamone con l'autrice, Manuela Costanzo

Manuela Costanzo, autrice di
"Replay" (Rupe Mutevole Edizioni)
di Roberta De Tomi

Cosa faresti, se potessi rivivere la tua vita? Il dubbio sorge spontaneo, ma è soppiantato dalle risposte di Manuela Costanzo, autrice di Replay (Rupe Mutevole Edizioni), libro in uscita oggi, che nasce dalla fervida mente di una giovane creativa, capace di trasformare le idee in realtà. Manuela è autrice di una storia raccontata con semplicità e fantasia. Ma scopriamo quello che ha da dirci sul suo libro e su di sé.

Novità in libreria: "Il castello nero" di Gaston Leroux (Galaad Edizioni)

dallo Staff

Autore prolifico, vissuto a cavallo di due secoli, Gaston Leroux è edito da Galaad Edizioni con Il castello nero, opera in bilico tra horror, romanzo picaresco, feuilleton, storia d'investigazione.
Gli ingredienti ci sono davvero tutti e s'innestano all'interno di una trama ben congegnata che vede in azione Rouletabille, l'intrepido ma romantico reporter-detective protagonista di una rocambolesca vicenda.
Nel libro la tensione narrativa si regge sull'acuta ironia di uno scrittore, ricco di inventiva che ha saputo lasciare un segno nella letteratura del primo Novecento. Il castello nero conferma il talento di questa penna sagace e abile intessitrice di trame mistery. 

sabato 24 gennaio 2015

La notte in cui te ne andasti - #iRaccontidiFiorella

di Fiorella Carcereri

Ancora non riesco a credere che tu te ne sia andato Alex. E’ incredibile. I miei amici mi chiamano in continuazione per cercare di convincermi a farmene una ragione. Ma il mio cellulare è spento in un cassetto. Ogni tanto lo accendo e mi ritrovo a sorprendermi notando le numerose chiamate perse. Non mi era mai passato per la testa che una cosa simile potesse capitare a te, a noi. Quando me lo dissero, ebbi uno choc tremendo. E sono tuttora traumatizzata. Non so da dove ricominciare, e come.

mercoledì 21 gennaio 2015

"Il delta di Venere", Anais Nin e quell'eros che non si sbarazza mai della poesia

di Roberta De Tomi

"Si concentri sul sesso. Lasci perdere la poesia". Questi erano i presupposti da cui Il delta di Venere avrebbe dovuto nascere. E in effetti, nel libro di Anaïs Nin l’eros, prossimo o convergente al pornografico, è l'elemento intorno al quale vertono le vicende narrate magistralmente. Il sesso si sprigiona persino nei dettagli più minuti: nella descrizione dei fumi dell’oppio che libera dai freni inibitori; nei bordelli, luoghi in bilico tra opulenza, povertà e voyeurismo; nelle fastose occasione mondane che sciolgono le tensioni e stuzzicano i desideri più voluttuosi.

domenica 18 gennaio 2015

Le Beatrici di Stefano Benni: otto donne sulla scena e il talento ben oltre il presenzialismo televisivo

Ne Le Beatrici di Stefano Benni, le luci della ribalta si accendono su otto donne. Otto fiumi in piena, protagoniste di altrettanti monologhi, rivelatori di mondi e storie multi-sfaccettate.
Apre la serie Beatrice, l’amata di Dante, che Benni trasforma in una Penelope in attesa del suo Ulisse. Una Penelope che ironizza sulla propria condizione, su quell'arcinoto verso: “Tanto gentile e tanto onesta pare…”, paradigma della donna angelicata, decantata dai poeti dolcestilnovisti. Una Penelope che si stanca dell’attesa, rivelando la propria essenza di donna volitiva e ricca di arguzie, che prende le distanze da stereotipi zuccherosi, propugnando i modelli di una donna forte, artefice della propria vita. “Basta col poeta che sceglie la donna ispiratrice, -dice- id’ora in avanti ce li scegliamo noi”.

sabato 17 gennaio 2015

Porte sbattute - #IRaccontidiFiorella

di Fiorella Carcereri  

Sbattere la porta è la cosa che ho sempre saputo fare meglio nella vita, in senso pratico, ma anche in senso metaforico. Sbattere la porta è la cosa che gli altri hanno sempre saputo fare meglio nei miei confronti, quasi esistesse una scuola di specializzazione che ne insegna tecniche e modalità e tutti coloro coi quali mi sono rapportata l’avessero frequentata con profitto.

venerdì 16 gennaio 2015

Le parole delle donne, tra silenzi, sussurri e collage, in un'opera singolare

Un libro "artigianale" davvero curioso.
"Le parole delle donne"
di Roberta De Tomi

Accade un po' per caso, alcune settimane prima dell'evento 25 Parole di donna. Mabi Col, poetessa e artista molto attiva su più fronti, mi contatta comunicandomi di non poter intervenire fisicamente all'evento. Tuttavia mi dà  la sua disponibilità a essere presente "virtualmente". Così m'invia due opere. Da qua, la sorpresa: i libri che mi pervengono sono piccoli manufatti che nascono dalla creatività dell'autrice. In particolare, per Le parole delle donne, nell'orbita dell'estro di Mabi Col, rientra anche quello di altre due autrici, Ina Ripari (ideatrice del progetto) e M. Teresa Cazzaro. Il risultato? Un volume con copertina a fantasia floreale (realizzata a mano da Mabi) e con interni corredati da immagini-collage che fungono da corollario ai componimenti delle autrici. Il tutto ovviamente... Edizioni Selfmade! E sfogliando il volume, scopriamo un mondo di donne e oltre. Sito autrice: http://web.tiscali.it/mabicol/

mercoledì 14 gennaio 2015

"A proposito di noi", il Contest for Words terminerà l'8 marzo

dallo Staff

Dopo il successo de "La mia seduzione" e una rapida consultazione, abbiamo deciso per un'ulteriore proroga del Contest for Words  "A proposito di noi, fissata (non a caso) per l'8 marzo 2015. Ricordando la ricorrenza dedicata alle Donne, vogliamo anche parlare d'amore; d'amore, infatti, parla il  libro in palio:
A proposito di noi (David and Matthaus Edizioni)  di Roberto Baldini.

Come funziona, in breve (vedi pagina evento https://www.facebook.com/events/870841682960249/?pnref=story)

Leggete questi stralci tratti dal romanzo di Roberto Baldini

1) http://notfactsonlywords.blogspot.it/2014/08/a-proposito-di-contest-for-words-che.html

2) http://scrivoleggo.blogspot.it/2014/08/contest-for-words-proposito-di-noi.html
3)

3) http://conniefurnari.blogspot.it/2014/08/3-tappa-contest-for-words-come-la-tua.html

Scegliete quello che vi è piaciuto di più e poi continuate la storia in 400 parole.

Mandate il vostro lavoro a wordsonly14@gmail.com. Oltre al racconti in allegato, in file in formato doc., docx., rtf.


Nel corpo della mail occorre scrivere
:

Il/la presente (Nome e Cognome) nata a (Luogo di nascita) il (Data) chiede di partecipare al Contest - "A proposito di noi".
Il sottoscritto (o la sottoscritta) dichiara di essere l'unico proprietario dell'opera (titolo).

NB per chi ha inviato le opere: è possibile inviare correzioni fino ai termini indicati!

Per info: wordsonly14@gmail.com

Buona creatività a tutti/e!                                                                   



lunedì 12 gennaio 2015

La scrittura, un sogno, una passione, un Urban Fantasy ("Chiamami legione") per Carmine Caputo

Carmine Caputo, autore di "Chiamami
legione" e alcuni dei suoi amati libri
di Roberta De Tomi

Anno nuovo... nuovi autori da conoscere!
La scrittura è per lui una passione, che cerca di tradurre in forme molteplici, facendo appello all'entusiasmo di cimentarsi ogni volta in generi diversi.  Carmine Caputo, autore dell'Urban Fantasy Chiamami legione (Sesat Edizioni), professionista nella comunicazione pubblica, coltiva da anni un'attività parallela che gli consente di mettersi alla prova, divertendosi, sognando, ma sempre lavorando sodo... Andiamo a conoscerlo.