sabato 7 febbraio 2015

"A Bologna piace giallo": quattordici autori e autrici "raccontano" i lati più oscuri della "grassa"

dallo Staff

Non sono i brindisi intorno al tavolo di un'osteria, né i piatti colmi di tortellini; non sono le vie affollate di studenti universitari o di turisti alla scoperta di una città-gioiello "made in Emilia". Quattordici autori e autrici svelano i lati più tetri di Bologna, facendo calare il lettore in un pozzo nero di pulsioni e suggestioni a tinte forti. Questo, altro e oltre è A Bologna piace giallo (Damster Edizioni)



Si sa, Bologna è conosciuta come "la grassa"; ma anche come "la dotta", nonché città ridanciana per antonomasia. Ma poi, come avviene per ogni cosa o persona, esistono dei lati oscuri; i lati oscuri della luna, tanto per citare i Pink Floyd. Nel caso del capoluogo emiliano, questi lati "neri" si svelano nei tredici racconti inclusi nell'antologia A Bologna piace giallo. Quattordici penne scendono in campo per un progetto interessante, ricco di spunti, ma anche di citazioni, tra mistero, situazioni angoscianti e momenti pulp alternati a quelli legati al giallo più tradizionale.

Le atmosfere angosciate e claustrofobiche sono rese alla perfezione in Cemento; l'autore, Nicola Arcangeli, costruisce ad arte una vicenda che ci catapulta fina dall'inizio tra le pagine del libro, coinvolgendoci completamente; mistero avvolgente, per una buona costruzione, sulla scia di un caso tutto da indagare, caratterizza Il caso Nigrisoli di Claudio Bolognini; segue Le rane, di Katia Brentani, già autrice ben rodata nel genere, che rende protagonista il commissario Volpi di un grottesco caso di sparizioni, intrecciate a situazioni sanguinose, rese con un pizzico di ben dosata ironia.

Lo spaventapasseri stanco di Carmine Caputo spicca per una scrittura puntigliosa e intrisa di un velo di malinconia che arricchisce di sfumature più introspettive la narrazione; è un viaggio nei meandri dei sensi di colpa, L'ultima colpa di Benedetta, di Roberta De Tomi, omaggio al Dams, con citazioni trette da Eva contro Eva, pellicola che ispira la dinamica di vendetta da cui procede la storia; Compagni di viaggio di Massimo Fagnoni, vede agire un personaggio mefistofelico che si rapporta a un uomo in crisi cui fa una proposta "molto pericolosa" ma anche molto allettante.

Notte da lupi di Lorena Lusetti è un racconto che mette in evidenza il legame tra essere umano e animale in maniera struggente, nel contesto di un'atmosfera resa con sapienza; si torna a un racconto giallo d'impianto più tradizionale con A due passi dalle pantere, altra buona prova che nasce dalla penna di Andrea Masotti, capace di costruire un racconto avvincente al punto giusto.

Ci caliamo nella tipica, torbida vicenda di cronaca nera a sfondo passionale, ne Il delitto di via Belmeloro, scritta dall'ottima sinergia delle quattro mani di Francesca Panzacchi e Vito Introna; con Interrail, Daniela Rispoli ci trascina in una situazione che evoca pellicole in stile slasher movie, in cui non vengono risparmiati dettagli forti a tinte rosse; segue una vicenda in stile Arsenico e vecchi merletti per Mariel Sandrolini, brava evocatrice con in In alto il calice, di una Bologna di cui si avvertono le diverse sfumature, con un finale a sorpresa "perfido", in linea con la personalità della protagonista... della serie, le apparenze ingannano!

La Dottoressa e il Professore di Viviana Viviani celebra molto bene il connubio tra gli aggettivi forgiati per appellare il capoluogo emiliano (dotta e grassa), rielaborati in una chiave erotica e gastronomica vincente; la cultura libresca, coltivata dal serial killer protagonista, è il fil-rouge del lavoro di Paolo Zamparini, autore de Le conseguenze del frequentare biblioteche, culminante in un finale molto... affilato.

Per concludere: A Bologna piace giallo raccoglie racconti e stili diversi, tutti legati dal filo indissolubile di una città attraversata da correnti alternate che ne evocano le diverse sfaccettature, tra discese negli Inferi, mistero ed erotismo. Un viaggio "in giallo" che non risparmia colpi di scena, emozioni e storie godibili, da leggere in un fiato.

Scheda tecnica del libro

A Bologna piace giallo
di Autori Vari
Casa Editrice: Damster Edizioni
Collana: il diavolo probabilmente...
Pagine: 196
Prezzo: 13,00 €
Formato: cartaceo e e-book.
ISBN: 9788868101787
Sito: www.damster.it
Link Amazon: http://www.amazon.it/Bologna-piace-Giallo-Damster-probabilmente-ebook/dp/B00OZBULH2 


Nessun commento:

Posta un commento