lunedì 20 aprile 2015

E' in libreria "La sentinella", il nuovo romanzo di Claudio Vergnani, tra distopia e cannibalismo

di Roberta De Tomi

"Volevo provare a proporre qualcosa che, sia nella trama sia nell’ambientazione sia nei personaggi, non avesse modelli preconfezionati. Il che sappiamo non essere garanzia di qualità, ma intanto volevo che non ci fossero precedenti". Lo dichiara Claudio Vergnani, autore con la a maiuscola, in libreria con La sentinella (Gargoyle).
Dopo i vampiri e gli zombi, "raccontati" in modo estremamente personale nei precedenti lavori editi da Gargoyle, Vergnani pone al centro della propria narrazione il cannibalismo, confermando di essere un autore che ama cercare nuovi cimenti nella scrittura, evitando affossamenti clichettari "di comodo".  


La sentinella è ambientato in un futuro prossimo in cui il mondo è governato dal Nuovo Papato che ha dovuto prendersene carico – non senza qualche ritrosia – a causa dell’annunciata débâcle dell’unione mondiale dei Paesi Nazione. La Chiesa Cattolica è tornata a essere il riferimento principale degli uomini, riaccostandoli a un ideale di giustizia, libertà e bellezza interiore. La spiritualità e la cura dell’intelletto – fino ad ora appannaggio di pochi – sono state incentivate e rese finalmente accessibili a tutti.
Ma... nel proliferare della bellezza, c'è un ma. Nell’arco di un paio di generazioni, infatti, il mondo pullula di poeti, artisti, pensatori e creativi informatici, ma, al contempo, scarseggia di persone dotate di senso e di capacità pratiche. Non esistono più forze di polizia ed eserciti, retaggi di un'epoca arcaica e brutale tutta da scordare. Da un lato, la disabitudine della gente a provvedere alle necessità quotidiane di ogni tipo, dall’altro, l’inesorabile decadenza delle infrastrutture assieme alla caterva di armi chimiche, accumulatesi in seguito a conflitti di epoche passate, portano a carestie di dimensioni bibliche. Di fronte a terremoti, tifoni ed esplosioni nucleari, sempre più frequenti perché senza più niente a contrastarli, l’umanità si scopre impotente.

La Terra, dunque, pianeta libero per antonomasia, rivela la propria fragilità, e la fame proliferante è il nuovo flagello, anticamera del cannibalismo. I furti di cadavere sono sempre più ricorrenti, laddove i morti sono seppelliti in diversi spazi del pianeta.  Ci sono, però, dei luoghi dove vige un minimo controllo e dove progressivamente si trasferiscono consistenti gruppi di persone. Si tratta dei grandi cimiteri, sorvegliati da milizie private che – su incarico della Chiesa – devono scoraggiare principalmente la pratica del dissotterramento delle salme. Purtroppo tali milizie mostrano in breve tempo tutta la loro impreparazione e inadeguatezza al compito. In questa sorta di Medioevo, il Papato decide, perciò, di istituire un nuovo corpo di difesa pubblica, duramente selezionato ed addestrato. E' l'Ordine delle Sentinelle,  che ha il compito di pattugliare e proteggere le Città cimitero, reprimere il cannibalismo e collaborare con le Guardie Svizzere nella protezione del clero.

A proposito del nuovo lavoro, Claudio Vergnani dichiara: "Di scenari futuri distopici scaturiti da disastri naturali, da guerre totali e totalitarismi sono pieni gli scaffali (e le videoteche). Ci sono innumerevoli esempi illustri e meno illustri, recentissimi come anche vecchi di decenni. Non volevo mettermi su questa scia. Volevo inventare. Volevo provare a proporre qualcosa che, sia nella trama sia nell’ambientazione sia nei personaggi, non avesse modelli preconfezionati. Il che sappiamo non essere garanzia di qualità, ma intanto volevo che non ci fossero precedenti. Volevo provare a scrivere un’avventura ambientata in un mondo ispirato al Bene e alla spiritualità ma che, sfinito e svuotato da tutto ciò che sta sfinendo e svuotando noi ora, non fosse più in grado di provvedere nel concreto al benessere e alla sopravvivenza della propria gente. Volevo descrivere non più – come è quasi tradizione nella sci-fi e in certo horror urbano – le conseguenze del Male, ma quelle, non meno terribili, che può avere il Bene, quando non è sostenuto da una solida presa di coscienza e dalla necessaria organizzazione".

L'autore: Claudio Vergnani

Scrittore dotato di una cultura solidissima nella sua singolare anarchia – dai classici dell’antichità ad Ariosto e Shakespeare, fino a Landolfi e ai noiristi transalpini –, Claudio Vergnani (Modena 1961) irrompe nel panorama di genere italiano nel 2009 con Il 18° vampiro, suo sfolgorante esordio cui seguono Il 36° Giusto, L'ora più buia e I Vivi, i Morti e gli Altri, tutti pubblicati da Gargoyle. È autore di Per ironia della morte (Nero Press 2013) e Lovecraft’s Innsmouth (Dumwich 2015, versione ebook e in classifica horror Amazon).

Scheda tecnica del libro
La sentinella
di Claudio Vergnani
Casa Editrice: Gargoyle Books
Pagine: 462
Prezzo: € 18
ISBN: 9788898172528

Fonte: Ufficio Stampa Gargoyle

Nessun commento:

Posta un commento