lunedì 29 giugno 2015

Collana Demian: tre storie, tre vite, il "male" di vivere e di crescere, raccontati da altrettante brave autrici

di Roberta De Tomi

L’argine di Barbara Gozzi, I dadi di Cinzia Carta e Ana di Alexandra Merizzi: tre storie, tre vite, la difficoltà di crescere, di vivere, di essere. Sono passati alcuni anni, ma queste letture mi sono rimaste impresse e se vi capita di imbattervi in questo volumetto, lo consiglio caldamente. Il libro s'inscrive all'interno della prima stagione di Demian, collana diretta da Sacha Naspini e Federico Guerri (Edizioni Il Foglio) e pongono al loro centro le difficoltà e il male di vivere, non intesi alla maniera dei Poeti Maledetti, ma sulla base delle problematiche connesse a quella particolare età della vita che è l'adolescenza (o, sarebbe meglio dire, gioventù, intesa in senso lato?). Andiamo a scoprire questi racconti, brevi ma intensi.

Forse abbiamo perso il senso della lettura intesa come ricerca, come viaggio interiore. Ma “l’intrattenimento” non s’identifica per forza con una visione superficiale; anzi, quelle che segnalo in questo post, sono prose interessanti e coinvolgenti che coniugano una scrittura gradevole e più che educata, all’introspezione. Lo fanno naturalmente attraverso scelte stilistiche diverse, come avviene per alcune storie inserite all’interno della prima stagione di Demian, collana diretta da Sacha Naspini e Federico Guerri (Edizioni Il Foglio).

Segnalo in particolare tre episodi della collana: 8-9-10, ovvero L’argine di Barbara Gozzi, I dadi di Cinzia Carta e Ana di Alexandra Merizzi.

L'argine: intreccia amori adolescenziali, un giallo legato alla morte di una ragazzina e un “Misery business” connesso a farmaci sperimentali, il tutto inserito nel contesto di quella provincia “maledetta” che rievoca le atmosfere di pellicole come Fuoco cammina con me. Alla vicenda adolescenziale, s’intreccia l’inchiesta giornalistica tesa a scavare nel torbido delle situazioni, scavalcando le facili apparenze. L’argine non è però soltanto il luogo in cui “accadono cose losche”; qui avvengono anche incontri d’amore, motore della situazione per le giovanissime protagoniste, in un certo senso prigioniere di qualcosa che trascende la loro comprensione.

Ne I dadi, ci si cala in una dimensione spazio-temporale simbolica, in cui l’iniziazione del giovane protagonista si collega al gioco dei dadi. Salvo poi scoprire un altro modo di diventare uomo, sulla base di quello che il destino ha approntato per lui. Un ricco simbolismo cattura il lettore nel “gioco della formazione”, toccando tasti evocativi forti, calati in un’atmosfera da fiaba. Dei tre, questo episodio è per stile e situazioni, quello più vicino a Hesse; lo stesso protagonista ricorda quelli del grande autore tedesco.

Con Ana si torna alla realtà di Veronica, una ragazzina dei giorni nostri, affetta da anoressia, malattia di cui l’autrice mostra ogni aspetto, senza remore o falsi patetismi. Nello sviluppo della trama non c’è alcun intento didascalico; con uno stile concreto, pulito e incisivo, il racconto diventa quello di un percorso doloroso. Veronica è in realtà la vittima di una solitudine esistenziale in cui il compromesso sembra sostituire il vero bisogno d’amore dell’adolescente in cerca di punti di riferimento. Del resto tutti gli adolescenti sono in cerca di una guida che li aiuti a sciogliere i nodi di una vita che a volte appare fuori dalla loro portata…

Gozzi, Carta e Merizzi raccontano percorsi di vita toccando corde intime, non solo emotive, ma anche razionali. I loro racconti, tutti riusciti in quanto congruenti e coerenti rispetto alle intenzioni, emozionano, ma fanno anche riflettere su mondi diversi, accomunati da un denominatore spietato. Parlo di quella solitudine in cui spesso i giovani (e non solo) si trovano a dover compiere scelte ostacolate da tagliole (più o meno metaforiche) e falsi idoli. Scelte che a volte racchiudono il senso di una vita intera, come troviamo in romanzi di formazione quali, appunto, quel Demian che è piccolo capolavoro (meno noto) di Hesse.


Scheda tecnica del libro

Demian – (Eif)
Stagione I Episodi: 8-9-10
Isbn: 9788876064449
Prezzo: 4,90 €
https://demiancollana.wordpress.com/demian-stagione-1/
http://www.ilfoglioletterario.it

Nessun commento:

Posta un commento