mercoledì 22 luglio 2015

#assaggiletterari: "Il maledetto residuo nel cuore" e... Baby can I Hold You?

di Words!

Un assaggio letterario... da Il maledetto residuo nel cuore (Rupe Mutevole Edizioni - Via Emilia - clicca qui) di Roberta De Tomi

"Non devi mentirmi. Anzi, meglio, non devi mentire a te stessa, inventandoti la storia della volontà di dimenticare. Volontà e sentimenti spesso sono concetti alieni.”

Elena percepì le vibrazioni prodotte dalle mani posate sulle spalle. Non aveva bisogno di altre parole. Ma Giovanni, ovvero l’Ataru cui le labbra, alla vista di una ragazza, s’incollavano per la timidezza, per la prima volta aveva esternato i pensieri racchiusi nella Moleskine.
Elena torse la schiena, in modo da poterlo vedere.
“La parole non vengono fuori così facilmente. Ma quello che ti volevo chiedere è di stringerti tra le mie braccia…”
Erano stralci di una canzone che conosceva, ma di cui non ricordava l’artista.“Tracy Chapman, Baby can I Hold You.”
La ragazza si alzò.
“Mi hai fatto una dichiarazione?”



“Io? No, ti stavo riportando le parole della canzone.”
“Non fare lo gnorri! Tu mi hai fatto una dichiarazione. Indiretta e” si umettò le labbra dannatamente bella.”
Giovanni strinse tra le mani le catene e si sporse in avanti.
“Nella canzone, a un certo punto, la persona chiede all’altra se vuole essere sua” si fermò e si ritrasse “Ma credo che, a questa richiesta, il no sia lecito.”
Inutile perdersi nelle remote quanto irrealizzabili fantasie di innamorato illuso. Elena era di un altro e doveva farsene una ragione.
Un refolo di vento mosse i fili verdi che spuntavano dalle aiuole. Le camomille oscillarono per un attimo. Una nube in fuga coprì il sole.
“Quella nuvola ha la forma di un coniglio” notò Elena, cercando di alleggerire l’atmosfera “A proposito, la conosci la leggenda del coniglio della luna?”
“No.” Giovanni diede una spinta a Elena “Raccontamela!”



Roberta ha provato a omaggiare la danza,
e a raccontare il mondo dello spettacolo
visto da "dentro". E omaggia
l'amore. Ci ha provato,
Il maledetto residuo nel cuore di Roberta De Tomi... quattro passi e parole sul libro

Elena "l'aspirante Marketing Manager", Melissa "la futura sposa", Angela "la tosta libertina", Lubiana "la ballerina". Quattro amiche per la pelle, quattro mondi diversi. Intorno a loro, le vicende di altri personaggi: il cinico Simone; Sandy, dj e speaker radiofonica di successo grazie al programma Love on air; il di lei compagno che sparisce improvvisamente; il giornalista chiamato Ataru Moroboshi per la sua goffaggine; Diamante, la ballerina in un locale notturno che si esibisce indossando una maschera; Giulia, altra aspirante ballerina; Max spietato direttore artistico che alle sue ragazze chiede non pochi compromessi. E, ancora, i genitori di Lubiana, la Piccola Stella Senza Cielo che si rivolge a Sandy per un consiglio d'amore. E, ancora, un padre ritrovato, i sogni di una generazione. La musica. La danza. Un passo di moonwalk, i musical, una Generazione cresciuta imitando i tic di Michael Jackson. Una generazione che è anche cresciuta con libri.. tanti libri.  Un blog in cui raccontare se stessa (Elena). Una colonna sonora variegata da Michael Jackson a Ligabue, passando per Giovanni Allevi e Cabaret. E Tracy Chapman, E poi...  quel residuo che resta quel filo che continua a legarci in maniera viscerale a qualcuno che spesso non ci ama. Quel residuo è Il maledetto residuo nel cuore di Roberta De Tomi.

Seguiranno iniziative ed eventi dedicati... state con noi. Intanto scoprite il libro anche qui

Nessun commento:

Posta un commento