venerdì 18 settembre 2015

"Sotto falso nome": la magia della parola di Andrea Magno. Recensione di Mariagrazia Amato.

di Mariagrazia Amato

Pubblichiamo la recensione di Mariagrazia Amato, lettrice di Sotto falso nome (Rupe Mutevole Edizioni - Collana Le Due Anime,
diretta da Enrico Nascimbeni). L'autore dell'opera è Andrea Magno, consiglio di lettura di Words!
Ecco cosa scrive Mariagrazia Amato (Mary).


La sintonia della mente è cosa ancor più rara dei corpi.
 …

Spargeva riverberi su un foglio, emozionando, transumanza di liquefatte disperazioni, in ardenti desideri…"

Riecheggiano ancora vivi i versi di Andrea Magno nella testa, belli, un respiro di poesia vero…..
Ho appena richiuso per l’ennesima volta, dopo averlo aperto per l’ennesima volta, il bellissimo libro di poesia di Andrea Magno: Sotto Falso Nome.


Per l’ennesima volta riaccarezzandolo e richiudendolo il suo libro… nella sua eleganza di copertina e d’Autore, mi è nato un “bravo” a fior di labbra e dilagante nei pensieri.
Sì… perché Andrea… bravo lo è davvero e perché il libro di Andrea lo devi leggere e rileggere, sfogliare e risfogliare, non ti basta mai….e poi… devi andare in cerca delle “tue” poesie nelle sue pagine, quelle che ti descrivono, quelle che descrivono i tuoi momenti e Andrea descrive con abilità e sensibilità immense e tocca e descrive incredibilmente e mirabilmente anche Te.

Andrea usa le parole in modo impeccabile: è intenso, è appassionante, è intelligenza, è artista, è emozioni, è un racconto che non ti stanchi di leggere e immaginare. 


È vita di passioni e desideri quella che prende vita nei suoi versi, di brame e “possessi senza possesso”, di spettacoli e colori, di amore eterno, amore e nostalgia, amori interrotti, amori sofferti, amore esclusivo, totale e appagante…

Andrea ama nei suoi versi e con le sue parole come si amava ieri, come uomo che non teme l’amore, come si dovrebbe amare oggi e domani, Andrea ama e desidera chi ha saputo accendere il suo fuoco, e sa urlarlo nelle sue poesie, sa affidare al mare, al vento e alla tempesta il suo sentire, il suo forte desiderio acceso di bellezza e unicità...

….

Da quando, più o meno a Natale scorso, Enrico Nascimbeni ha iniziato a curare la collana "Le Due Anime" di Rupe Mutevole, è iniziata una danza inarrestabile e tutta armoniosa di belle anime che custodivano poesie, versi e storie da raccontare a cui sarebbe stato peccato mortale non dare voce.

Enrico, cacciatore di Anime, può andare fiero del suo lavoro.

Lasciandosi guidare dall'istinto, dal moto poetico, da un grande esempio quale era l’immenso Padre e dall'amore per una metrica nuova, fantasiosa e sublime, si lascia trasportare dal vento della scelta dettata dal cuore, dalla sensibilità spiccata, dal sapere individuare i versi, i più belli, quelli a cui può mettere le ali e che arrivano e possono arrivare ovunque.

È bellissimo quello che scrive Enrico nel suo blog di All Music Italia, quando afferma che ogni poesia respira, così le da un’anima, e lui sa trovarla, quando afferma che una poesia è da baciare e così, le regala sembianze umane, di carne e lui, sa individuare il corpo sinuoso di una poesia come quello di una bella donna, con responsabilità incontra sogni e poi da loro vita ….

Enrico può andare fiero anche di aver dato voce a una bellissima anima e persona speciale dalla sensibilità unica come Andrea Magno... capace di evocare atmosfere azzurre...  languida nostalgia…e capace “si”, come scrive Enrico nella bellissima introduzione al libro Sotto Falso Nome, di fare innamorare, perchè non si può non lasciarsi andare ad un sentimento affettivo profondo ed indelebile con le pagine di poesie di Andrea, non si può non lasciarsi accarezzare dai suoi versi in un crescendo di passione, tormento e desiderio.

Grazie a questa danza di anime orchestrata alla perfezione da Enrico Nascimbeni, ho potuto incontrare anche… e anch’io… Andrea Magno, ed è stata attrazione immediata e amore per i suoi versi a prima lettura….

Nelle poesie di Andrea, non mancano mai il mare e il vento....
urla la passione e il desiderio,
piange l'attesa....
da voce alla malinconia di un’assenza,
cerca la gioia dello stare uniti …. insieme.... un’unione a due molto speciale…

 Si sentono le onde e la tempesta nei suoi versi, si disegnano nelle parole il mare e la nostalgia e i versi si vestono d’amore e desiderio…

Lui poeta e padre delle sue storie… in disparte… annaffia il senso di ogni parola di eterna passione d’amore!!

Sotto falso nome intriga e appassiona... innamora e conquista... ma soprattutto svela sotto la maschera che indossa il poeta vero, la sua innata sensibilità, quella che a toccarla e a vederla spaventa per la profondità, o se ne teme la contaminazione e il diventare etereo, quell’essere impalpabile che non sappiamo gestire ma che Andrea “è ” sotto ogni forma e senza paura….

Andrea scrive con la sensibilità che ogni uomo dovrebbe usare, svela e sa parlare d'amore, di catene, di cuore, assenze e ricordi, di una voglia di ricominciare un percorso mano nella mano, vive di passione nelle corse a briglia sciolte con la sua donna e in quelle nei suoi pensieri e, nel rincorrere eternamente giovane i suoi pensieri e nell’affrontare le sue corse, incontra poesia…

È un amante antico che regala emozioni e le mette in versi.

 Ha una decisa padronanza della parola, di una poesia nuova che diventa cantico e intreccio di infinito in un crescendo di emozioni, passione e desiderio incandescente come nella poesia:
“Di quando la mente vaga e arriva a Te”.

È vero, come scrive sempre Enrico Nascimbeni nell’introduzione di Sotto Falso Nome, la poesia di Andrea è “non educata”... ma questo fa parte di una dote innata del poeta Magno, di quelle che gli permettono di giocare con il cielo, il mare e le foglie d’autunno, con la passione e la bellezza eterea nell’incanto perfetto e in libertà di versi ineguali, di quelle doti che ti fanno usare le parole come lame o come piuma, parole che sanno sanguinare o sanno essere fuoco e vita.

Il poeta che innamora, Andre Magno, smaschera senza pudore e nella completa nudità i suoi sentimenti più profondi e la sua sensibilità primordiale e sincera. Ricama paziente i suoi versi e ottiene in dono un’immagine immortale.

Andrea scrive poesie così bene da incantare, ti fa compagnia la sua anima, ferita ma indomita, appassionata poi docile, ribelle poi pacata, di sole e di luna, che profuma di mare e di vento. Intreccia ricordi di versi da cucire a doppia passata.
Leggere Andrea è felicità di poter leggere davvero poesia, è soddisfazione che esistano persone capaci di giocare con le parole e costruire castelli incantati e letti di passione, che sanno disegnare quadri di mare, che regalano immagini di cieli di tempesta e di campi al sole.

Nella sregolatezza delle poesie in libertà di Andrea, belle nella loro indipendenza e vita, si toccano versi unici che sanno correrti dentro a briglie sciolte.

....E scrivo di loro e di me
Del mondo che vorrei
Di distanze mai colmate
Di mani mai tese
Di una pioggia che mai finisce...

Andrea scrive e lo fa meravigliosamente…

...L’alba arriva sempre
l’aspettammo in silenzio
e luce trafisse tenebre….

È  bellissima l’alba di Andrea Magno che trafigge il buio con la luce delle sue poesie e che ci accoglie come gocce di rugiada regalando un miraggio come nei giorni di scirocco...

Con grande Affetto e Stima, Andrea...

                                                                                                                        Mary
                                                                                                            (Mariagrazia Amato)


Scheda tecnica del libro

Sotto falso nome
di Andrea Magno
Casa Editrice: Rupe Mutevole
Collana: Le due anime (diretta da Enrico Nascimbeni) Vedi su FB
Genere: Poesia
Formato: Cartaceo
Pagine 144
Prezzo: 10,00
ISBN: 9788865914397
Link editore: clicca qui
In vendita su tutti gli Estore (Amazon, Ibs etc...)

Nessun commento:

Posta un commento