mercoledì 28 ottobre 2015

Le mani - #lepoesiediFiorella

di Fiorella Carcereri

Le mani…perché, attraverso il tatto, percepiamo il mondo esterno nella sua interezza,

Le mani… quelle che i bambini usano per esplorare il corpo della mamma, ancor prima di poterlo vedere,

Le mani… le compagne più affidabili di cui l’uomo disponga per tramutare in gesti idee e desideri,

Le mani… grandi occhi per coloro cui non è concesso vedere,

Le mani…perché trasmettono amicizia e fiducia quando a stringersi sono quelle di uomini diversi,

Le mani… per indicare, accettare, ammonire, negare, cacciare via, complimentarsi, attaccare, difendersi, sfogarsi, amare, ignorare,

Le mani… perché, con la stretta complicità del cervello, danno vita a capolavori che si chiamano poesie, romanzi e lettere d’amore e a tutte le più alte forme d’arte,

Le mani…perché sono lo strumento più versatile che Dio ha donato all’uomo, lasciando al suo libero arbitrio la scelta su come usarle,

Le mani… mani da congiungere quando non resta altra via che la preghiera.


Edita in “Senza rete”, Edizioni Ensemble, 2013

***

Tutti i diritti d’autore riservati ai sensi della Legge 22.4.41 n. 633, capo iv, sezione ii, e sue modificazioni.

Nessun commento:

Posta un commento