mercoledì 9 dicembre 2015

Tranquillo prof, la richiamo io: la "scuola alla rovescia" di Christian Raimo

di Roberta De Tomi

Che cosa accade quando un professore, oltre a essere impreparato, oltrepassa la linea che demarca i rapporti con gli studenti? E come reagiscono gli studenti ai bizzarri tentativi attuati dal prof. di instaurare un dialogo sulla scia del tanto ventilato "patto educativo"? Con Tranquillo prof, la richiamo io (Einaudi), Christian Raimo ci restituisce il curioso ritratto di "una scuola alla rovescia", avvalendosi di una prosa cristallina e ricca di mordente.


Mettete da parte lo Show, don't tell e le trame con sviluppi tradizionali: Tranquillo prof, la richiamo io è un ritorno al raccontato, basato principalmente sul dialogo. A quest'ultimo si alternano componimenti poetici e i post di un professore di liceo decisamente fuori dalle righe. Vediamo cosa combina questo docente.

Carlo, Caterina, Giulio... sono soltanto alcuni degli studenti cui il professore protagonista del libro di Christian Raimo rivolge le proprie attenzioni. Attenzioni che, a un certo punto, diventano veri e propri atti di persecuzione, al limite dello stalking. L'insegnante telefona agli studenti, li tempesta di e-mail e di messaggi invadendo i campi del privato in nome della visione del rapporto studente e professore basato su un dialogo che nei fatti non può esserci. Le situazioni che si creano sono surreali al punto da risultare stranianti, ma anche divertenti; tuttavia in questo umorismo si cela una punta d'amarezza, nonché la solitudine di un uomo che sembra prima di tutto un disadattato.

 La narrazione, collocata nell'arco cronologico di un anno scolastico, è caratterizzata da una serie di "quadri" frammentati suddivisi nei "capitoli-mesi". Il professore di storia e filosofia cerca in tutti i modi di avvicinarsi agli studenti, in un'accumulazione di trovate degne di un teatro dell'assurdo calato nella scatola scenica di un'aula scolastica. Questi tentativi fanno perdere di vista al prof. la ragione d'essere del suo ruolo allontanandolo dalle materie di cui è docente. Più cerca di avvicinarsi ai ragazzi, più questi si allontanano.

Il risultato? La solitudine che si esplica nelle poesie (scopiazzate) e nei post di un blog che a un certo punto decide di aprire per dimostrare di essere al passo con i tempi. Bella illusione; più il professore cerca di adeguarsi e di mostrarsi "moderno", più dimostra di non sapersi adeguare alle nuove generazioni, venendo quindi isolato.

Tranquillo Prof, la richiamo io fornisce spunti di riflessione sul ruolo dei docenti e della scuola, senza esporre tesi programmatiche. Si configura come una lettura dalla prosa impeccabile, in cui la componente umoristica, s'intreccia a quella lirica. Il professore, eroe-antieroe che non demorde, personaggio donchisciottesco, a tratti un po' Zeno Cosini e un po' "fantozziano", intrappolato in pensieri e azioni spesso contraddittori, lascia il suo segno all'interno di una lettura che non presenta un momento apicale. Gli eventi, infatti, si susseguono sul filo di una tensione giocata sulla lingua piuttosto che sull'azione, arrivando al finale che lascia nel lettore un senso di malinconia. Si tratta di quello stato d'animo che abbiamo provato un po' tutti, al termine di ogni anno scolastico: la campanella suona e si chiudono i libri nell'attesa dell'anno che verrà.

Per concludere

Tranquillo prof, la richiamo io, nella sua prosa impeccabile, è un piccolo esercizio di scrittura, lontano dalle convenzioni e da un panorama editoriale saturo di trame che mancano di un effettivo lavoro sul/con il linguaggio. Teatrale, comico, irriverente, a tratti amaro, ma anche ricco di contaminazioni che dai blog ci catapultano alla realtà dei giovani di cui il prof. protagonista vuole essere "amico troppo amico". Dimenticando che lui è lì per uno scopo. Insegnare.  

L'autore: Christian Raimo
Classe 1975, è insegnante di storia e filosofia in una scuola superiore, scrittore, blogger e giornalista. Oltre ad avere all'attivo diverse traduzioni, è tra i fondatori del e coordina il blog di approfondimento culturale minima&moralia e scrive per l'Internazionale. Nel 2012 ha pubblicato per Einaudi il romanzo Il peso della grazia.

Scheda tecnica del libro

Tranquillo prof, la richiamo io
di Christian Raimo
Genere: Narrativa Contemporanea
Casa Editrice: Einaudi
Collana: L'Arcipelago
Anno: 2015
Pagine: 276
Prezzo: € 16,00
ISBN: 9788806222765
Link: qui

Nessun commento:

Posta un commento