martedì 10 maggio 2016

#IOLEGGOPERCHÉ 2016, dal 22 al 30 Ottobre: #prontiatutto per donare un libro. E parte la ricerca dei messaggeri!

 di Words!
Reduce dal successo del 2015, torna #ioleggoperché, iniziativa di promozione del libro e della lettura organizzata dall'AIE (Associazione Italiana Editori) sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo), in collaborazione con ALI (Associazione Librai Italiani – Confcommercio), AIB(Associazione Italiana Biblioteche) e Confindustria - Gruppo tematico Cultura. I giorni clou saranno quelli compresi tra sabato 22 a domenica 30 ottobre 2016, anche se il progetto si estende su un arco temporale più lungo; e infatti già da alcuni giorni la piattaforma www.ioleggoperche.it sta diventando punto di incontro online per numerosi soggetti coinvolti. E cresce l'entusiasmo e la voglia di libro, insieme alla ricerca dei mitici messaggeri e all'ampliamento di una rete in crescita.


Dopo il successo della prima edizione nel 2015, con la distribuzione di 240.000 libri e il coinvolgimento di 35.000 Messaggeri, torna la grande campagna di promozione del libro e della lettura #ioleggoperchè. Con un obiettivo ancora più ambizioso: portare la lettura nella quotidianità di tutte le persone, contribuendo alla creazione e allo sviluppo di centinaia di biblioteche scolastiche e aziendali.

Il tutto avverrà attraverso un progetto articolato, che si svilupperà da maggio a novembre, mettendo in contatto librai, bibliotecari, docenti, imprenditori, editori, ragazzi, genitori, nonni e tutti quanti abbiano a cuore il piacere della lettura. Sul sito www.ioleggoperche.it confluiranno soggetti di diverse natura e tipologia, che stringeranno gemellaggi basati sulla vicinanza territoriale. I Messaggeri, amanti dei libri, saranno chiamati a iscriversi sul portale e avranno un ruolo centrale nella fase operativa della campagna. Come recita il claim ufficiale, infatti, pur di aiutare le scuole a dotarsi di una ricca biblioteca, saranno pronti a tutto: anche a lanciarsi metaforicamente con un potente razzo per sensibilizzare i cittadini più lontani. Tutto questo avverrà in nove giorni di festa ed eventi speciali, nei quali le circa 1.000 librerie ad ora coinvolte accoglieranno i cittadini che vorranno acquistare un libro per donarlo a una biblioteca scolastica: da sabato 22 a domenica 30 ottobre 2016, proprio nei giorni di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole.#ioleggoperché 2016 si allea infatti con l’iniziativa promossa da MIUR e MiBACT in una proficua sinergia per comunicare insieme su una duplice piattaforma l’amore per i libri e il loro insostituibile valore culturale e formativo, in un’ottica di reciproca efficacia.

Tanti soggetti coinvolti

Una sinergia ampissima che punta a un'ulteriore crescita: grazie alla partnership con il Gruppo Tematico Cultura di Confindustria, quest’anno anche le aziende sono in prima fila. Gli imprenditori saranno invitati non solo a partecipare alla campagna a favore delle biblioteche scolastiche, ma ad arricchire il catalogo delle biblioteche interne della propria azienda (creandone di nuove, dove non ancora esistenti).

Anche gli editori  faranno la loro parte, raddoppiando il numero dei libri al momento della consegna nelle scuole: per ogni volume acquistato e donato dai cittadini, ne sarà aggiunto uno dalle case editrici in numero uguale per tutte le scuole aderenti che ne faranno richiesta. Così le biblioteche diventeranno ancora più ricche!

L'iniziativa diventa l'occasione per la valorizzazione del luogo deputato alla lettura: la biblioteca, vista come spazio vivo più che mai, dov'è possibile fruire di una lettura che si arricchisce di socialità; questo avviene a fronte di una società "online", caratterizzata da rapporti sempre più rarefatti e virtuali.  #ioleggoperché è un'occasione di riscoperta, per tornare ad amare e a occupare gli spazi delle biblioteche, in tutta Italia.

Ovviamente non mancheranno i messaggeri e i cittadini. I numeri del 2015 sono ottimi:  2.000 eventi spontanei, 896 librerie coinvolte, 368 gruppi di lettura, 200 scuole superiori e 86 università e una costante presenza tra i trending topic primaverili sui social network (con tanto di tweet spaziale, inviato dalla stazione ISS dall'astronauta Samantha Cristoforetti). La dimensione Social è stata fondamentale al successo dell'iniziativa, ma anche i 35mila messaggeri che sono scesi in campo consentendo l'arricchimento dell'agenda degli eventi e la diffusione del magico aschtag hanno avuto una parte da leone.

E ovviamente, scendono in campo i librai, anche loro parte di un ampio network in cui www.ioleggoperche realizza tutte le possibili possibilità di incontro, prefigurandosi come una piazza virtuale frequentatissima e stimolante e connessa più che mai al mondo reale.
Una piazza aperta più che mai, da scoprire e da esplorare!

#ioleggoperché 2016 è organizzato con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; main partner Pirelli. Media partner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, la Repubblica, Il Sole 24 Ore. Media supporter:Giornale della Libreria, Ibs.it, Il Fatto Quotidiano, Il Libraio.it, La Stampa,laeffe, laFeltrinelli.it, Libraccio.it.

Info tratte dal Comunicato Stampa #ioleggoperché2016. Dalle scuole alle aziende, dalle librerie al web: "pronti a tutto" per donare un libro (http://www.ioleggoperche.it/)
Per info, iscrizioni, approfondimenti: http://www.ioleggoperche.i









Nessun commento:

Posta un commento