martedì 20 giugno 2017

Cohen: la poesia, un omaggio, parole nella musica del silenzio

di Words!

Se n'è andato da alcuni mesi, un cantore dotato di una straordinaria profondità. Una religiosità, non intesa nel senso più ortodosso e istituzionale del termine, ma legata alla dimensione dello spirito. Lui è Leonard Cohen, protagonista di un omaggio di musicisti  e un narratore straordinari, mercoledì 21 giugno, ore 21.30, a Novi di Modena (clicca qui)


La sua "Hallelujah" è forse l'opera più nota. Ma forse non tanti hanno letto le sue poesie. Versi di straordinario spessore, in cui emerge il musicista, nei versi e nelle rime.
Cohen affermava che "Per sua natura, una canzone deve muovere da cuore a cuore".
Ma anche la sua produzione letteraria parla al cuore, complice un vissuto ricco di eventi che hanno fortemente segnato la personalità di Cohen.

E qua, lascio parlare la poesia, regina con la musica di una serata da scoprire cliccando qui

"Il genio"

Per te
sarò un ebreo del ghetto
e ballerò
e indosserò calze bianche
sulle mie gambe storte
e fiumi di veleno
attraverseranno la città

Per te
sarò un giudeo apostata
e dirò al prete spagnolo
del voto di sangue
nel Talmud
e dove sono nascoste
le ossa dei bambini"
(...)


Nessun commento:

Posta un commento