lunedì 3 luglio 2017

Segnalazione: La bambola del Cisternino di Diego Collaveri

di Words!
L'omicidio di una prostituta, un'indagine che sarà cruciale per il commissario Botteghi. Un secondo caso da risolvere che si intreccerà al secondo, facendo emergere verità sepolte nell'ombra del passato. In poche battute, è questa La bambola del Cisternino (Fratelli Frilli Editori), l'ultima fatica letteraria di Diego Collaveri, autore che abbiamo già conosciuto e intervistato. Inserito nel 2009 nell'Enciclopedia degli Scrittori Contemporanei, Diego propone un lavoro in cui dà un saggio della sua abilità di narratore. Ecco la segnalazione.



La bambola del Cisternino: la trama
Livorno. L’omicidio di una vecchia prostituta nei pressi del Cisternino risveglia nel commissario Botteghi ricordi sepolti dell’infanzia, tanto da divenire quasi una questione personale. Frustrato per gli scarsi risultati, non molla l’indagine neppure quando il Questore gli impone un caso più risonante. Un imprenditore edile, autore di importanti restauri storici della città, è stato trovato morto nel parco di Villa Corridi. Tra regolamenti di conti, inseguimenti nei sotterranei della città, un misterioso killer e un vecchio traffico di droga, le due indagini finiranno per intrecciarsi tra loro in un sottile gioco di parti, così inaspettato da mettere a dura prova le capacità investigative di Botteghi. Riuscirà il commissario a scoprire l’incredibile verità nascosta all’ombra dell’antico acquedotto Leopoldino? Un malinconico viaggio attraverso storie di vita cui non è concessa redenzione, cullati dalla melodia di una famosa canzone degli anni ’60.

L'autore: Diego Collaveri
Livornese, classe 1976, dal 1992 al 2000  Diego ha lavorato in campo musicale, collaborando con EMI Music. Nel 2000 si confronta con la scrittura nel circuito dei concorsi di poesia e narrativa, da cui ottiene riconoscimenti e le prime pubblicazioni. Nel 2001 si dedica alla sceneggiatura per la commedia teatrale e l’anno successivo per il cinema breve, per poi arrivare alla prima regia con cui vince il concorso Minimusical indetto da “La Repubblica” e Fandango, con cui successivamente collaborerà. Ha seguito un percorso didattico/formativo con vari registi italiani (Paolo Virzì, Davide Ferrario, Ruggero Deodato, Francesco Falaschi, Umberto Lenzi), studiando anche storia della cinematografia, mentre lavorava con alcune compagnie di musical. Nel 2003 fonda la Jolly Roger productions, etichetta indipendente per produzioni video. Nel 2006 viene invitato dall’Universtià di Pisa, dipartimento Cinema Musica Teatro, nell’ambito del seminario “il cinema classico Hollywoodiano”. Nel 2009 viene inserito nell’Enciclopedia degli Scrittori Contemporanei. Nel 2013 alcuni suoi racconti noir sono apparsi sul settimanale “Cronaca Vera”. Dal 2014 collabora con LaTelaNera.com come critico cinematografico. Da gennaio 2015 è tra i docenti della Scuola di Scrittura Carver di Livorno con il corso di sceneggiatura e storia del cinema “Scrivere per il cinema”. Nel genere noir è autore per la Fratelli Frilli Editori di L’Odore Salmastro dei Fossi (2015), de Il Segreto del Voltone (2016) e della serie "Anime Assassine".

Per maggiori info:
Sito - www.diegocollaveri.it
Fb - www.facebook.com/DiegoCollaveriautore.

Scheda tecnica del libro
La bambola del cisternino
di Diego Collaveri
Editore: Fratelli Frilli
Collana: I Tascabili Noir
Pagine: 300
Prezzo: €12,90
Isbn: 9788869432002

Nessun commento:

Posta un commento