venerdì 28 luglio 2017

Segnalazione: "Memorie di un cyborg" di Alex Zaum

di Words

"In quell’autunno terribile divenni cosciente che non stavo perdendo solo la mia memoria: stavo perdendo la mia stessa identità. Fui letteralmente terrorizzato dalla consapevolezza che, prima o poi, tutti i miei ricordi sarebbero svaniti, come il viso di Lynda."
State leggendo un estratto di Memorie di un cyborg (Eden Editori), romanzo sci-fi di Alex Zaum, autore celato da una maschera che non dà adito ai dubbi: si tratta di un personaggio di fantasia, che ha scelto la maschera di V, dichiara "perché c’è poco narcisismo e molta filosofia dietro tutto questo".
Ma andiamo a scoprire qualcosa di più del romanzo.
  


Memorie di un cyborg": la trama, in breve
Sean Parker è un cyborg che sta perdendo la memoria e, con essa, la propria identità. Mentre ha tra le mani l'ultimo DVD di Matrix, miracolosamente scampato alla guerra, viene contattato dalla Stilla. Cosa vorrà da lui la più grande corporazione mondiale?

Leggete alcuni estratti

"Avevo trasformato la sede della Tuttle&Parker in una specie di museo. Nella libreria, sopra e sotto il ripiano con i DVD, erano disposti ordinatamente un Macintosh degli anni ‘70, alcuni gadget di Lost, la collezione quasi completa dei romanzi di Stephen King, un posacenere della Coca Cola, due tazze del decimo anniversario della Starbucks, alcuni raccoglitori colorati pieni di cartoline."

"In televisione, per tutto l’autunno, le autorità avevano cercato di tranquillizzare la popolazione: gli scienziati di tutto il mondo stavano per trovare una soluzione a quell’acqua velenosa. A dicembre, però, anche gli alberi avvizzirono ed i semi smisero di germogliare."

"Alzò il pugno al cielo, pronto a colpire nuovamente il sopravvivente sotto di lui. “Stiamo solo ripulendo la strada da questa feccia. Siamo cittadini modello.”
“Io no.” Feci uno scatto in avanti e lo colpii col palmo della mano. Volò di alcuni metri e si schiantò su un container, in un tonfo sordo."


“L’unica cosa certa è che a Mosca c’è una guerra in corso tra sopravviventi, terroristi e Biocorp. La città stessa sembra costruita tra trincee, intrappolata nel passato. E questo è un vero schifo.”
Christopher allargò le braccia. “Lo vedi, Sean? Sotto quella corazza di cinismo, dentro di te c’è un forte senso di giustizia.”
“Chris, siamo entrambi sognatori. Lo siamo sempre stati. Solo che il mio sogno non riesce più ad abbracciare l’intero genere umano.”

L'autore: Alex Zaum
Come Zeta, il capo dei terroristi del romanzo, l’autore si nasconde dietro una maschera. La ragione è semplice: anche Alex Zaum è un personaggio di fantasia. E, come il protagonista, ama Lost e Black Mirror, la fantascienza di Philip Dick e Stephen King, i fumetti di Alan Moore e Frank Miller. E ha scelto la maschera di V perché c’è poco narcisismo e molta filosofia dietro tutto questo.
Pagina FB dell'autore: clicca qui

Scheda tecnica del libro
Memorie di un cyborg
di Alex Zaum
Casa Editrice: Eden Editori
Genere: Sci-fi
Anno: 2017
Formato: Cartaceo, 15 €
Sito editore: http://edeneditori.com
Link acquisto Amazon: clicca qui


Nessun commento:

Posta un commento